Moto3 Stefano Nepa

Moto2 e Moto3, a Jerez chi ha già girato e chi lo farà tra una settimana?

Non solo Portimao e Valencia: a Jerez cinque piloti hanno cominciato la stagione di Moto3 e Moto2, mentre altri, come Aspar, saranno lì tra una settimana.

4 marzo 2021 - 11:12

L’inizio del mondiale Moto2 e Moto3 si avvicina e questa settimana molte compagini sono state protagoniste di varie giornate di test. I team si sono divisi tra Portimao e Valencia, ma c’è stata attività anche a Jerez de la Frontera, nello specifico per Boé Owlride, Reale Avintia e NTS RW Racing. In pista dunque Stefano Nepa, Riccardo Rossi, Carlos Tatay, Niccolò Antonelli e Barry Baltus. Manca nella conta Hafizh Syahrin, operato per risolvere alcuni problemi risalenti all’incidente dell’Austria con Bastianini nel 2020.

Sul tracciato andaluso c’è stata azione dunque non solo per la MotoE, ma anche per questi cinque piloti. Ottimi tempi per Nepa, buona la seconda giornata anche del suo compagno Riccardo Rossi. Un day 2 un po’ complicato dal vento, ma ciò non ha impedito ad entrambi di recuperare il feeling con la Moto3 e trovare buone sensazioni. Per Antonelli invece lavoro di apprendistato, visto il nuovo passaggio dalla Honda alla KTM e l’approccio ad una squadra nuova.

A Jerez tra sette giorni anche Aspar: le parole di Gino Borsoi

Dopo una due giorni a Valencia, la prossima settimana a Jerez rivedremo in pista anche i piloti di Aspar Team. “Al Ricardo Tormo due giornate positive, anche se non sfruttate a pieno per colpa delle condizioni climatiche” ha raccontato il team manager Gino Borsoi. “Il secondo giorno abbiamo iniziato tardi, non potevamo girare. Ad ogni modo i nostri ragazzi hanno ripreso il feeling dopo una lunga attesa e siamo contenti di quello che abbiamo fatto”.

Bene in Moto2 con Canet: “Aron ha girato molto forte, non solo su un giro singolo. Ha tenuto un gran passo con le gomme da gara, siamo molto soddisfatti. Dovevamo provare delle cose di setup con lui, ma visto il poco tempo e le condizioni in pista non abbiamo fatto troppe cose”. Più complicato l’apprendistato del campione Moto3 Albert Arenas, protagonista anche di due cadute: “Con lui abbiamo dovuto ricominciare da zero, vista la nuova categoria. Il primo giorno è stato difficile, ha girato poco a causa di due cadute. La seconda è stata pesante, per fortuna senza conseguenze. Ripartire non è stato facile, ma sul finale del day 2 è migliorato parecchio. Per lui sarà fondamentale capire la categoria, trovare il setup giusto e adattarsi alle nuove gomme, l’aspetto più difficile”.

Per quanto riguarda la categoria leggera, trapela ottimismo per Sergio Garcia e Izan Guevara. “Sergio si è adattato alla KTM, Izan è passato dalla moto 2019 alla 2020, dove è presente qualche miglioria. Non abbiamo girato con Guevara nel day 2 per mantenere un giorno in più per girare durante la stagione, non bruciandolo in una pista che già conosce” svela Borsoi. “Abbiamo continuato invece con Garcia provando setup per mantenere la costanza della gomma. Non abbiamo cercato il tempo, ma piuttosto volevamo ripartire con una base che potrà sfruttare al meglio a Jerez. Ci manca ancora lavoro, ma la direzione è buona e siamo pronti: adesso altri due giorni di test a Jerez e in Qatar, sono convinto che tutti e quattro arriveranno pronti”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

bagnaia motogp

MotoGP GP Portimao, Prove 2: svetta Bagnaia, Marc Marquez in top ten

MotoGP, Andrea Dovizioso nel box Aprilia

MotoGP, Dovizioso-Aprilia: progetto chiaro, contratto e wild card

rodrigo moto3

Moto3 GP Portimao, Prove 2: Gabriel Rodrigo prima della pioggia