Gresini Moto2

Moto2, Di Giannantonio e Bulega protagonisti nel 2021?

Nicolò Bulega e Fabio Di Giannantonio sono pronti alla prossima stagione di Moto2 con Federail Oil Gresini: avranno ciò che serve per essere al top?

17 febbraio 2021 - 12:56


Mentre Fausto Gresini continua la sua battaglia contro il Covid-19 in ospedale, oggi si è tenuta la presentazione della sua squadra per quanto riguarda le categorie Moto2 e Moto3. Un cambio di colori deciso, dettato anche dai nuovi sponsor, che hanno portato le moto ad abbandonare il classico blu in favore del rosso. Una variazione che salta subito all’occhio guardando le moto della Moto3, ma anche quelle della Moto2 dove Fabio Di Giannantonio e Nicolò Bulega si apprestano a vivere una stagione dove dovranno essere protagonisti.

Entrambi hanno concluso il 2020 con un infortunio, che ha pregiudicato parzialmente il lavoro per la stagione che sta per arrivare, ma questo non spaventa i due piloti italiani, pronti e carichi per fare bene. Tra i grandi attesi ci sarà proprio Fabio Di Giannantonio, che torna nel Team Gresini con il desiderio di portare a casa dei grandi risultati con vista MotoGP. “È un anno importante, sento di poter fare bene e quando hai un team che ci crede si può fare tutto”, ammette Diggia. “Con Fausto abbiamo discusso anche della possibilità Aprilia MotoGP, ma poi abbiamo optato per la Moto2 con la sicurezza di fare il salto di categoria l’anno successivo.”

Fabio Di Giannantonio: “Scudetto della Roma o mondiale di Diggia? Non ho dubbi!”

Fabio analizza successivamente la passata stagione: “L’anno scorso è stato difficile, non ci trovavamo. Una volta trovata la quadra siamo tornati a lottare per le posizioni di vertice”. Adesso bisogna voltare pagina: “Ora è una storia diversa, bisogna lavorare bene e tutto verrà più facile, sfruttando i pochi test al massimo”. L’infortunio ha cambiato qualcosa: “Ho modificato la preparazione, ma niente di particolare. L’approccio sarà lo stesso e siamo consapevoli di avere un buon pacchetto. Cosa manca per la vittoria? Forse attenzione nei dettagli, ma siamo lavorando per lottare per vincere.”

Gli obiettivi sono ben tracciati: “L’idea è quella di vincere le gare, essere della partita. Sto studiando la KALEX da quando ho chiuso la trattativa con Fausto, sono molto attento ad ogni possibile stile di guida e a come lavorare per andare il più forte possibile”. Da buon romano infine scappa una battuta calcistica: “Scommettere un euro sulla Roma o sul mondiale di Fabio Di Giannantonio? Punterei sul mondiale di Fabio Di Giannantonio!”

Nicolò Bulega: “Gioco di squadra? Piena volontà da parte mia”

Il 2021 sarà una stagione importante anche per Nicolò Bulega, reduce anche lui da un infortunio. “L’anno scorso ho fatto fatica per vari motivi, questa sarà una annata importante. Stiamo lavorando nel modo giusto e mi sto allenando bene dopo il recupero dal mio infortunio alla spalla. Sono al 90%, ma abbastanza pronto e credo di poter essere in buone condizioni per il Qatar”. I tempi di convalescenza sembravano più lunghi: “Mi avevano parlato di 3-4 mesi, invece sono quasi a posto e questo mi rende fiducioso.”

Bulega va alla ricerca della costanza: “Tutto sta nel trovare un buon pacchetto. Lo scorso anno ci sono stati alcuni problemi perché la base non era buona, ogni turno sembrava che cambiasse tutto e ho fatto fatica. L’obiettivo del 2021 dunque è di essere consistenti, poi si potrà lavorare sui dettagli”. Si preannuncia un altro calendario compresso con poche possibilità di provare: “Non ci sono tantissimi test, ma neanche pochi. La situazione è la stessa per tutti, dobbiamo solo pensare ad essere veloci”.
Se ci sarà da aiutare il compagno di squadra, Nicolò non ha dubbi: “Piena volontà da parte mia, è importante. In gara, però, ognuno corre per se stesso.”

Audio raccolto da Diana Tamantini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Mike Leitner

MotoGP, scambio Leitner-Guidotti: “Decisione prima del previsto”

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Massimo Rivola: “Aprilia è indietro, sfruttiamo le concessioni”

motoe misano

MotoE, ecco il calendario 2022: esordio al Mugello, conferma Misano