Moto2, Catalunya: La prima pole di Augusto Fernández

Primo acuto di Augusto Fernández in qualifica, è sua la pole al Montmeló. In prima fila con lui scatteranno Thomas Lüthi e Sam Lowes, 7° Baldassarri.

15 giugno 2019 - 15:53

Prima pole position in carriera per Augusto Fernández al Montmeló. Lo spagnolo del team di Sito Pons riesce per la prima volta ad imporsi in qualifica, in particolare in una tappa di casa. Accanto a lui scatteranno Thomas Lüthi e Sam Lowes, seconda fila con le Speed Up e Alex Márquez a precedere il leader iridato Lorenzo Baldassarri.

Non prende parte a queste qualifiche Philipp Öttl, che avrebbe dovuto essere in pista in Q1. In seguito alla caduta di venerdì, il rookie ha riportato una commozione cerebrale ed assieme alla squadra si è deciso di tenerlo a riposo, valutando poi la situazione per domenica. Non va meglio al compagno di squadra Marco Bezzecchi: per lui seconda caduta di giornata dopo pochi minuti e turno decisamente complicato. Alla fine saranno Bo Bendsneyder, Jorge Martín, Iker Lecuona e Nicolò Bulega ad ottenere l’accesso al secondo turno di qualifiche, primo degli eliminati è Brad Binder.

Diciotto piloti chiamati a lottare per la pole sulla caldissima superficie del tracciato del Montmeló, decidendo così la griglia di partenza per la gara di domani. Si chiude anzitempo il turno di Corsi, protagonista di una caduta, discorso valido anche per Gardner poco dopo. In pista c’è Augusto Fernández che si porta al comando, tenendo la posizione fino alla fine e conquistando la prima pole in carriera. In prima fila ci sono Thomas Lüthi e Sam Lowes, che all’ultimo scalza dalla terza piazza Jorge Navarro. Fabio Di Giannantonio 5° e miglior rookie, a precedere Alex Márquez ed il leader iridato Lorenzo Baldassarri, completano la top ten Nicolò Bulega, Andrea Locatelli ed Enea Bastianini.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione

motogp

MotoGP, la griglia di partenza 2021: a che punto siamo