bezzecchi moto2

Moto2: Bezzecchi, vittoria con brivido. “Temevo che la moto si fermasse!”

Marco Bezzecchi, secondo successo Moto2. Con qualche problema finale... "Per fortuna sono arrivato alla fine. Vittoria emozionante!"

8 novembre 2020 - 19:00

“Per favore, non mollarmi sul finale!” Con queste parole Marco Bezzecchi ha ‘spinto’ la sua moto fino alla bandiera a scacchi, cogliendo uno splendido successo. Spinto non nel senso letterale, visto che ha tagliato il traguardo in sella, ma sta di fatto che la sua KALEX ha accusato qualche problemino negli ultimi giri. Fortunatamente non abbastanza grave da negargli la vittoria nel Gran Premio d’Europa. Matematicamente è ancora in lotta per il titolo, con 29 punti di ritardo dal nuovo leader Bastianini.

“Una vittoria emozionante” ha dichiarato Bezzecchi al parco chiuso, sfoggiando un largo sorriso. “Ad Aragón ero competitivo, ma il risultato non è arrivato. Anche per questo sono arrivato qui molto motivato. Sono partito bene e fin da subito sono riuscito a mantenere il gap.” Fino a qualche brivido a pochi giri dalla fine. “Ho avuto un piccolo problema sulla moto, l’avevo già accusato venerdì. A volte è come se in seconda non avessi potenza. Ero terrorizzato, temevo che la moto si fermasse!”

“Mi sono messo a parlare con lei” ha continuato. “Le dicevo ‘Dai, per favore!’ Fortunatamente sono riuscito a continuare fino alla fine.” Arriva così il secondo successo dell’anno, stavolta una dimostrazione di netta superiorità in gara. E dopo un doppio zero amaro ad Aragón. “Ringrazio tutto lo Sky Racing Team, sarò con loro anche il prossimo anno.” Di questi giorni la notizia del rinnovo, compagno di box sarà l’amico fraterno Celestino Vietti. “Ringrazio anche la mia famiglia, la mia ragazza, tutti!”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “C’è chi va in pensione e chi è troppo vecchio”

MotoGP, la storia: Jarama, sede del GP di Spagna e non solo

Tatsuki Suzuki Moto3

ESCLUSIVA Tatsuki Suzuki: “Superpole in Moto3? Solo se…” (Parte 1)