bastianini moto2

Moto2, Bastianini riprende il comando: “Bella reazione dopo la qualifica”

Enea Bastianini 4°, si riprende la testa della classifica piloti. "Quelli davanti avevano qualcosa in più. Ma è stata una buona gara."

8 novembre 2020 - 21:30

Primo round a Valencia ed Enea Bastianini si riprende la leadership iridata, per la terza volta in una stagione dai tanti avvicendamenti. Il quarto posto nel Gran Premio d’Europa è prezioso, considerando il KO dell’ormai ex leader Moto2 Sam Lowes. Ora è a +6 sul britannico, non un margine rassicurante ma certamente una buona carica per gli ultimi due GP stagionali. Non dimenticando Bezzecchi, galvanizzato dal successo odierno, né Marini a -19.

Di questi giorni l’ufficialità del suo passaggio in MotoGP. Scontato dire che ‘Bestia’ punta ad arrivarci col massimo risultato in tasca come chiusura della ultima annata Moto2. Non lo aspettava un compito facile, vista la mesta 15^ casella in griglia. Ma non si è certo scoraggiato: vediamo un ottimo scatto al via, risale presto ed arriva nelle zone alte. Forse però è questa partenza sprint a condizionare (in parte) la seconda metà di gara, oltre al ritmo tenuto dai primi. Non gli riesce infatti il recupero, anzi deve guardarsi da chi ha alle spalle.

Alla fine però ha la meglio su un agguerrito Baldassarri e chiude 4°: un risultato sufficiente per riprendere il comando in classifica iridata. “È stata una buona gara” è il suo commento in seguito. “Sono partito forte e ho recuperato molte posizioni nei primi giri. Avevo un buon ritmo e pensavo di poter raggiungere anche quelli davanti, ma loro avevano qualcosina in più. Sono contento però della reazione dopo la qualifica di ieri, e soprattutto di essere di nuovo in testa al campionato.” Due gare determinanti a Valencia e Portimao per decretare il campione 2020.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Marc Márquez, il ritorno. “Questa è la mia preseason”

bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Ho buttato una vittoria in Qatar”

petrucci motogp

MotoGP, Danilo Petrucci: “Mi ero lussato la spalla in Qatar”