bastianini lowes moto2

Moto2: Bastianini, Lowes, Marini e Bezzecchi, chi emergerà nel TeruelGP?

Bastianini al comando, Lowes all'inseguimento, Marini e Bezzecchi per il riscatto. La lotta per il titolo Moto2 è più viva che mai, i quattro protagonisti sono pronti per un altro round.

22 ottobre 2020 - 11:27

In Moto2 è sempre più lotta a quattro per il titolo mondiale. Con tanto di cambi al vertice dopo il Gran Premio di Aragón, che ha scombinato la classifica generale. Enea Bastianini si è ripreso la leadership iridata, che già si era assicurato per breve tempo dopo Brno. Dietro di lui a sole due lunghezze è risalito Sam Lowes, che sta inanellando una serie di risultati positivi che l’hanno portato in alto. A seguire Luca Marini e Marco Bezzecchi, protagonisti di un doppio zero pochi giorni fa ma più che determinati a prendersi la rivincita nel GP di Teruel. La matematica tiene in gioco anche altri, ma è questo quartetto ad essersi messo sempre più in evidenza.

Il ‘Bestia’ lascerà la classe intermedia per approdare in Ducati Avintia nel 2021, ma vuole chiudere questa esperienza nel migliore dei modi. È appena il suo secondo anno, ma è ormai tra i grandi protagonisti della categoria con tre successi, altrettanti podi, un solo ritiro ed un 11° posto come risultato.  “Lo scorso weekend non è stato semplice” ha dichiarato il pilota Italtrans Racing alla vigilia delle prime libere. “La gara però è andata molto bene, ho avuto sensazioni positive. Riprendiamo da dove abbiamo lasciato, sperando di conquistare un altro bel risultato.”

Parliamo poi del britannico ex iridato Supersport, che non è mai apparso così competitivo come in questa stagione. Gli unici nei sono lo zero in Qatar per infortunio e la squalifica in Stiria, ma la sua stagione si sta rivelando davvero solida. Gli ultimi quattro podi consecutivi, con due vittorie a referto, sono solo la conferma di quanto stia facendo l’alfiere EG 0,0 Marc VDS, unico non-italiano nelle prime quattro posizioni iridate di una categoria che potrebbe riavere un campione tricolore. Si avvia al secondo round ad Aragón con appena due punti di svantaggio dal leader, pronto a dire nuovamente la sua fin dalle prime libere.

Il ‘Maro’ ora è scivolato in terza piazza in classifica generale. Ricordiamo che non è rimasto indifferente al pauroso botto di Le Mans e questo certo ha in parte condizionato il suo weekend ad Aragón. Ma non ci si aspettava la caduta in gara, che ha portato ad uno zero pesante a questo punto della stagione. Ma fortunatamente per lui lo svantaggio non è certo incolmabile: parliamo infatti di appena otto punti dal leader Bastianini, cinque da Lowes. “Abbiamo un bel bagaglio di dati dallo scorso GP” ha affermato il #10. “Vogliamo arrivare a domenica al meglio, per dire la nostra in gara.”

Il più deluso del risultato finale dello scorso weekend però è certo Bezzecchi. Aveva ormai messo entrambe le mani sulla seconda vittoria nella categoria, ma un errore ha lasciato strada libera a Lowes che lo seguiva. Un grande rammarico che però sarà una carica ancora maggiore per essere protagonista nel GP di Teruel. Lo svantaggio è lievitato fino a 25 lunghezze dal leader, ma mancano ancora quattro gare e ci sono parecchi punti ancora in ballo. “Lo scorso weekend eravamo veloci, competitivi ed in gara mi sentivo a mio agio. Ripartiamo da qui” ha sottolineato. “Dobbiamo lavorare per fare un altro step e centrare il nostro obiettivo.”

Foto: Dorna Sports

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo motogp

MotoGP: Fabio Quartararo, guai con l’holeshot e sindrome compartimentale

aprilia motogp

MotoGP, ballottaggio Savadori-Smith in Aprilia: “Decisione alla fine dei test invernali”

motogp

MotoGP, Moto2 e Moto3, le griglie di partenza 2021: Savadori in Aprilia?