augusto fernandez moto2

Moto2: Augusto Fernández, il sollievo del ritorno sul podio

Augusto Fernández è tornato sul podio dopo un lungo digiuno. Un terzo posto che è una grossa iniezione di fiducia, alla ricerca della costanza.

2 luglio 2021 - 18:10

Per trovare il suo ultimo podio dobbiamo andare al 2019, precisamente alla tappa a Misano, chiusa da vincitore. Ad Assen Augusto Fernández si toglie un bel peso: interrotto un lungo digiuno, ecco la terza piazza alla bandiera a scacchi. In un Gran Premio vissuto da protagonista dall’inizio alla fine, soprattutto senza commettere errori determinanti: in 9 GP infatti ha quattro zeri a referto per incidenti, di cui tre consecutivi. Risultati in netto contrasto con i piazzamenti ad eventi conclusi, visto che per quattro volte ha chiuso in top 6. A dimostrazione di ciò che finora è mancato al pilota Moto2: la costanza. Aspetto su cui lavorare per la seconda parte di stagione.

Ma nel frattempo rimane il largo sorriso di soddisfazione dello spagnolo, da tempo alla ricerca di una quadra che sembrava non arrivare. “Sapevamo che potevamo lottare per qualcosa di buono” ha sottolineato l’alfiere del team di Marc van der Straten a GP concluso. Ottavo in griglia di partenza, ma subito in rimonta ed in zona podio. “Ho anche comandato la gara per un po’, ho dettato il passo”, cosa che appunto non succedeva da molto tempo. “Mi sono divertito, ho addirittura pensato che avrei potuto vincere! Ho commesso però un errore, mi è entrata la folle… Ho perso tanto tempo.” Non l’unico errore, soprattutto poi con il ritorno di uno scatenato Raúl Fernández.

Ma Augusto Fernández voleva con tutte le forze quel primo risultato di rilievo dopo tanto tempo. “Ad un certo punto mi sono detto solo di pensare a finire la gara, un podio sarebbe stato molto importante. In particolare dopo un periodo difficile, in cui non siamo stati mai nemmeno vicini.” L’alfiere Marc VDS assicura anche che questo non sarà un caso isolato, ma solo un punto di partenza. “Stiamo tornando, da Le Mans stiamo riuscendo ad essere più competitivi fin dalle libere. Purtroppo ci sono stati troppi incidenti in gara, quindi non si sono visti i nostri progressi. Non vedo l’ora di ripartire!”

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alessandro zaccone motoe

MotoE, Alessandro Zaccone: addio al campionato, ma è andata bene…

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: caccia ad un altro colpaccio, stavolta in casa

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Con Valentino Rossi non c’è lavoro di squadra”