Moto2, Alex Márquez: “Ci siamo rifatti dello zero ad Assen”

Alex Márquez torna alla vittoria in Germania ed è al comando in campionato. Siamo a metà stagione, ma il pilota spagnolo è in missione mondiale.

8 luglio 2019 - 10:31

Pole position, quarto successo stagionale, leadership iridata, nuovo record in gara. Il tutto su un circuito che non gli piace nemmeno. Non poteva chiudersi meglio la prima parte di stagione di Alex Márquez, nuovamente l’uomo da battere in questo 2019. Quel qualcosa scattato a Le Mans continua a portare il giovane pilota di Cervera in alto, ponendolo davvero (come pronosticato in inverno) come uno dei maggiori favoriti per il titolo. La stagione è ancora lunga, ma lo spagnolo è più determinato che mai a non buttare più nessuna occasione.

Il fine settimana al Sachsenring non era iniziato al meglio, con anche qualche problema tecnico di troppo nel corso delle terze libere. Per questo in qualifica si era ritrovato a disputare la Q1, accedendo poi alla Q2 e conquistando la prima pole position stagionale. In gara il suo scatto iniziale non è ottimale e si ritrova quinto, ma da lì inizia la rimonta. Al comando prendono il largo lui e Lecuona, ma dopo una bella battaglia il pilota EG 0,0 si assicura la testa della corsa, per non mollarla più. Assieme alla squadra ed al fratello accorso al parco chiuso, Márquez jr festeggia il quarto successo del 2019 e la ritrovata leadership iridata, con 8 punti di vantaggio su Lüthi.

“Non ci credo, abbiamo vinto!” Queste le prime parole del pilota, letteralmente incredulo ed al settimo cielo. Infatti, tutto si aspettava, tranne riuscire a vincere. “Un weekend difficile, soprattutto sabato mattina, ma in qualifica abbiamo compiuto un grande passo avanti. In gara non avevo un gran ritmo, ma se avessi fatto una gara paziente, senza troppi errori, avrei potuto puntare alla top 5 od anche al podio, raccogliendo più punti possibili. Alla fine abbiamo vinto con margine! Quando ho visto il mio vantaggio in rettilineo non ci credevo. Ci siamo rifatti dello zero ad Assen. Ora ci godiamo le vacanze, per tornare ancora più forti.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”