Marc Marquez

Marquez avvisa Crutchlow e Lorenzo: “Con la Honda devi essere in forma”

Marc Marquez ricorda che la Honda RC213V è una moto fisica e richiede una grande preparazione atletica. Un chiaro messaggio per Cal Crutchlow e Jorge Lorenzo.

25 settembre 2019 - 10:37

Dopo la pessima prestazione di Misano Cal Crutchlow guadagna una top-6 ad Aragon, vincendo una bella sfida con Aleix Espargarò. Ma impossibile pensare di poter eguagliare le prestazioni di Marc Marquez, in grado di colmare ogni lacuna con il suo stile di guida. La classifica del rider satellite recita nona posizione a 98 punti, alle spalle di Jack Miller. E con Fabio Quartararo a quota 123 sarà difficile aggiudicarsi il titolo di miglior pilota indipendente.

Il primo giro sottotono ha complicato non poco la gara, ma ancora una volta ha dovuto fare i conti con una Honda poco maneggevole e ideata solo per il campione del mondo. “Marc ha avuto una velocità superiore per tutto il fine settimana e ha vinto senza intralci“. Dalla fabbrica non arrivano notizie incoraggianti: moto che vince non si cambia, il problema è di chi insegue, parola di Alberto Puig. E se Crutchlow lamenta difficoltà, non naviga in acque migliori Jorge Lorenzo.

HONDA RCV MOTO FISICA

Dopo due giri il britannico del team LCR lamentava giù un gap di 4,5″, poi Valentino e Aleix lo hanno frenato e dopo sette giri il ritardo dal leader era di 7″. “Il problema è che ho rovinato la gomma posteriore quando ho ridotto leggermente il divario. Purtroppo, non sono riuscito a catturare Quartararo nel finale. Ero tre secondi dietro Aleix e sono stato in grado di sorpassarlo. Ma Aprilia e Yamaha avevano più grip di me“. Al termine della gara il ritardo da Marquez era di 10”: “Probabilmente avrebbe potuto vincere con un margine maggiore, ma non ne aveva bisogno. Non è così male finire dieci secondi dietro di lui“.

Cal Crutchlow può consolarsi guardando alle prestazioni delle altre Honda: Takaaki Nakagami decimo con un gap di 31″, Jorge Lorenzo ventesimo con un abisso di 46”. Ma nel futuro non vede passi in avanti in termini di agilità del prototipo MotoGP. “Per noi non sarà più facile con la moto del prossimo anno. Ha alcuni vantaggi, ma non in termini di sforzo. Non sono pigro e non abbastanza in forma per guidare una moto. Tuttavia, sono fisicamente esausto dopo un weekend di GP“. Indirettamente arriva la risposta di Marc Marquez dopo la gara di Alcaniz: “Se non sei in forma, è impossibile guidare velocemente con questa moto. Siamo piloti, atleti: dobbiamo essere in forma“. Un messaggio che come destinatario non ha solo Crutchlow, ma anche l’ancora acciaccato Jorge Lorenzo.

La nuova specifica di motore ha ulteriormente irrigidito il carattere della moto dopo la pausa invernale. Jorge Lorenzo punta il dito sul V4 della Honda, ma difficilmente il Cabroncito vorrà andare incontro alle richieste di una moto più gentile. “Ora abbiamo più potenza – ha aggiunto Marc Marquez -, ma ci manca ancora qualcosa in curva. Guardando tutte le piste il compromesso è migliore. La moto è difficile da guidare, devi perfezionarla. Ma penso che sia la moto migliore per il mio stile di guida. Per me, questo è il modo di spingere. Anche se questo non è il modo più semplice per guidare la moto, se riesci ad abituarti puoi essere molto competitivo“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marco Bezzecchi Motegi

Moto2, Motegi: Marco Bezzecchi, costretto al ritiro per malessere

Andrea Dovizioso a Motegi

MotoGP, Andrea Dovizioso deluso: “Non sfruttiamo le gomme nuove”

Jorge Lorenzo a Motegi

MotoGP, presidente HRC: “Vogliamo continuare con Jorge Lorenzo”