Jason Dupasquier (getty images)

Jason Dupasquier grave in ospedale: l’abbraccio dei piloti MotoGP

I piloti MotoGP si stringono intorno a Jason Dupasquier, il 19enne elvetico vittima di un brutto incidente al Mugello che ricorda Marco Simoncelli...

29 maggio 2021 - 20:32

Il brutto incidente al Mugello durante le qualifiche Moto3 ha scosso non poco i piloti MotoGP. Le condizioni di Jason Dupasquier sono apparse subito gravi, ma le prime notizie ufficiali sono arrivate solo a distanza di ore. Giancarlo di Filippo, ufficiale medico FIM, ha comunicato quanto noto in queste ore: “Jason Dupasquier è stato coinvolto in un gravissimo incidente durante la Q2 della Moto3. Subito sul luogo dell’incidente è arrivata la squadra medica di intervento della FIM, poi è stato trasferito all’Ospedale Careggi di Firenze in condizioni emodinamiche stabili e si attenderanno aggiornamenti dall’Ospedale. Al momento sappiamo con certezza che è in condizioni molto gravi e come ho detto stiamo aspettando aggiornamenti“.

La quarta sessione di prove libere MotoGP e quindi anche le qualifiche sono state posticipate di 30 minuti. In attesa che un elicottero portasse via il pilota elvetico. Le sue condizioni restano molto difficili, tanto che si è deciso di rimandare l’operazione per il doppio trauma cranico, molto grave, e toracico. Le immagini televisive non hanno rimandato in onda quanto avvenuto. Sappiamo solo che Jason Dupasquier ha perso il controllo della sua KTM all’uscita dell’Arrabbiata 2, dopo un cambio di pendenza, e i due piloti dietro, Ayumu Sasaki e Jeremy Alcoba, non sono riusciti ad evitarlo.

I piloti MotoGP intorno a Jason

Lo show della classe regina non si è fermato. Ma gran parte dei piloti hanno dedicato un pensiero al giovane collega della Moto3 al termine delle qualifiche. “È molto difficile da gestire – dice Pol Espargarò -, perché in quei momenti precedenti apri gli occhi e dici che non è reale. Non puoi sapere cosa è successo perché è stato molto difficile. Purtroppo questo è quello che è successo oggi. I migliori auguri a Jason, non ho informazioni al riguardo. Spero di rivederlo in gara“.

Anche il “padrone di casa” Valentino Rossi ha commentato quanto successo, probabilmente ripensando all’incidente di Marco Simoncelli in Malesia. “Quello che è successo in Moto3 è la cosa più pericolosa che possa capitare in una gara motociclistica. Puoi lavorare molto sulle piste, sulle tute, sui caschi, eccetera. Questa cosa è ancora molto pericolosa. Potresti fare anche qualifiche diverse, ma poi in gara sono sempre tutti assieme“. Il campione MotoGP in carica Joan Mir afferma: “Situazioni di questo tipo sono difficili da gestire. Eravamo molto concentrati per uscire e non potevamo farlo perché non era chiaro cosa stesse succedendo… Giochiamo tutti a farci del male. Non ho informazioni su quello che è successo, spero che Jason stia bene e che tutto sia stato uno spavento“.

Il poleman Fabio Quartararo gli dedica il suo straordinario risultato. “È una buona giornata per noi ma un po’ triste per Dupasquier, a lui dedico la pole“. Domani sarà un’altra sfida contro Pecco Bagnaia le cui parole sono ancora più toccanti. “Spero davvero che Jason Dupasquier riesca a combattere con tutte le forze. Terrò le dita incrociate per lui nella sua lotta per restare qui con noi“. Infine il pilota KTM Brad Binder: “È una sensazione terribile vedere quelle immagini. È stato difficile tornare in sella. Ma sappiamo anche che è uno sport pericoloso. Dobbiamo ignorarlo, altrimenti non potremmo fare questo lavoro“.

Franco Morbidelli amareggiato per quanto accaduto, spera che Jason Dupasquier possa vincere la gara più difficile. “È difficile, ma è il nostro lavoro. Dobbiamo essere preparati per ogni sessione anche quando vediamo queste azioni. Non è stato affatto bello vedere quante persone c’erano alla curva 9 che trascorrevano così tanto tempo lì. Non è nemmeno bello vedere che hanno ripulito l’asfalto prima che Jason se ne andasse. Spero che possa lottare per quello per cui ora sta combattendo“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e Pecco Bagnaia

Valentino Rossi, Bagnaia, Cairoli al Quirinale: Immacolata col Presidente

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”

MotoGP, Alberto Puig

“MotoGP senza Valentino Rossi? La vita va avanti”: la freddura di Puig