moto2 qatar 2020

IRTA pensa ad un pacchetto di aiuti per Moto2 e Moto3

In questa situazione di emergenza, IRTA offre il suo aiuto ai team Moto2 e Moto3. Si cerca poi di garantire il maggior numero possibile di GP.

28 marzo 2020 - 16:37

L’emergenza sanitaria mondiale sta bloccando svariati campionati, con conseguenze pesanti anche sul piano economico. Prendiamo in considerazione per esempio le squadre in Moto2 e Moto3, che risentiranno particolarmente di questa situazione. IRTA sta valutando la possibilità di fornire un supporto finanziario a queste due categorie, in modo da affrontare ‘meglio’ eventi cancellati o posticipati.

Non ci sono al momento certezze su quanto partirà il campionato. Il GP a Jerez è il più recente tra gli eventi rinviati, ma molto probabilmente non sarà l’ultimo. Il CEO Dorna Carmelo Ezpeleta vuole mantenersi positivo, ma in tanti pensano che giugno sia già una previsione più che ottimistica. Serve quindi uno sforzo maggiore per garantire la possibilità di ripartire con tutti i protagonisti del Mondiale, chiaramente quando sarà il momento.

“Riconosciamo le difficoltà che affrontano tutte le squadre” ha sottolineato il boss IRTA Mike Trimby a Bikesportnews. “Alcune ne risentiranno più di altre.” L’obiettivo è non lasciare nessuno da solo ad affrontare questa emergenza. “Stiamo però lavorando ad un modo per offrire supporto a tutti i team, basandoci su una forte somma per pilota. Questo li aiuterebbe molto in un momento così difficile.”

Come detto, svariati GP sono già stati posticipati, ma si vuole fare il massimo in questa stagione complessa. “Stiamo monitorando la situazione in base all’evoluzione della pandemia ed alle misure attuate dai governi. Cercheremo di mantenere il maggior numero possibile di eventi.” Certo, da dire che risulta particolarmente difficile al momento pensare a ben 20 GP. Anzi, è opinione comunque che sicuramente qualcuno verrà cancellato.

“Stiamo affrontando una sfida difficile, ma siamo orgogliosi di dire che la competizione è la migliore di sempre” ha rimarcato Trimby. “Come abbiamo visto negli ultimi test, i tempi sono più vicini che mai. In Qatar poi abbiamo avuto un assaggio di questa nuova stagione, grazie a due magnifiche gare realizzate da Moto2 e Moto3.” Un messaggio infine ai tifosi: “Ci auguriamo di riuscire a rivedervi presto in circuito.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

KALEX Moto2

Moto2, la tecnica: il dominio del telaio KALEX

MotoGP, Davide Tardozzi

MotoGP, Tardozzi: “Jack Miller-Ducati, vicini ad una decisione”

Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi, Franco Morbidelli e la favola di Tavullia