Jonas Folger Petronas

I dubbi di Jonas Folger: tester Yamaha o il ritorno in Moto2?

Sembrano due la possibilità per Jonas Folger nel 2020: accettare l'offerta come tester Yamaha o il ritorno a tempo pieno in Moto2. "Devo capire cos'è meglio per me."

17 agosto 2019 - 15:34

C’è fermento nella categoria intermedia del Motomondiale per la prossima stagione. Qualche firma c’è già stata, ma per la maggior parte la griglia 2020 è ancora (ufficialmente) da riscrivere. Il nome di uno dei piloti alla ricerca di un posto è quello di Jonas Folger, lontano dalle corse per quasi due anni per problemi di salute. Il tedesco starebbe valutando il ritorno in Moto2, ma c’è anche la possibilità di continuare come tester europeo per Yamaha.

Quest’anno ha avuto l’occasione di competere per cinque gare con Petronas Sprinta Racing, sostituendo l’infortunato Pawi. Un debutto con la KALEX-Triumph (da lui provata solo nel corso di precedenti test privati) non così facile e chiuso senza piazzamenti a punti. Da Yamaha poi è arrivata l’offerta per continuare il lavoro di tester. Quest’anno il tedesco non svolge wild card, ma la casa dei tre diapason sta valutando l’ipotesi per la prossima stagione, grazie anche ad un programma di test europeo più ampio.

“Devo pensare a cos’è meglio per me” ha dichiarato Jonas Folger a motorsport.com . “Tornare a competere a tempo pieno o continuare come tester con qualche wild card, come sta facendo Stefan [Bradl] in Honda. I rischi in Moto2 sono maggiori, ma non è facile nemmeno come collaudatore. Devo decidermi e capire se cercare un posto nella categoria intermedia o continuare con Yamaha e avere due o tre occasioni all’anno come wild card.”

“Sapevo che il ritorno in Moto2 non sarebbe stato facile” ha continuato il tedesco. “Ma non pensavo che fosse così dura per me. Mi manca l’esperienza, sono stato per troppo tempo lontano dalle corse. Devo imparare di nuovo il ritmo di gara perché la velocità c’è. Se disputassi più gare, tutto tornerebbe un passo alla volta.” Da vedere però la scelta in Moto2: il team per cui ha corso recentemente, per esempio, sembra avere altri obiettivi.

“Abbiamo intavolato qualche negoziato con Petronas. Dopo le gare disputate insieme però la situazione non è facile. So di non essere la loro prima scelta.” Si parla infatti del possibile arrivo di Luca Marini da Sky VR46, ma anche di Hafizh Syarin dalla MotoGP, vista l’idea della squadra malese di schierare due piloti nel 2020. “Ho qualche offerta, ma devo prima aspettare che si sistemino i top rider, poi verrà il mio turno” ha concluso Folger.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alberto Puig team manager HRC

MotoGP, Alberto Puig: “I Marquez sono piloti, non vedo fratelli”

Alex Marquez

MotoGP, ufficiale: Alex Marquez firma con Repsol Honda

Danilo Petrucci MotoGP 2019

MotoGP, Danilo Petrucci esausto: “Non mi sono mai fermato”