Gigi Dall'Igna

Gigi Dall’Igna: “Ducati l’unica a vincere con due piloti”

Gigi Dall'Igna non si sbottona sul rinnovo di Danilo Petrucci dopo la vittoria al Mugello: "Risultato importante, ci ragioneremo con calma".

4 giugno 2019 - 13:32

Danilo Petrucci non si interrogava sul futuro, quantomeno ad alta voce. Era una questione privata, una sfida personale da vincere, al Mugello l’obiettivo è stato centrato, anche se Gigi Dall’Igna non si sbottona. Non solo il primo trionfo lo rilancia nell’olimpo dei big, ma il suo spirito di squadra è la seconda dote che i vertici di Borgo Panigale apprezzano e che porterà alla firma del contratto nelle prossime settimane. Probabilmente già dopo la Catalunya, se Ducati manterrà la parola data.

Per la terza volta consecutiva la Rossa fa risuonare l’Inno di Mameli sul tracciato toscano, l’orgoglio italiano si fa sentire quando chiamato all’appello. Serviva una vittoria per frenare l’avanzata di Marc Márquez e, sebbene il leader abbia incrementato di 4 punti il vantaggio su Dovizioso, il successo fa bene al morale. Dopo Losail sembrava che lo sviluppo della GP19 difettasse in qualche area, in realtà si trattava solo di sbavature subito corrette. “Dobbiamo essere orgogliosi del lavoro fatto in questi anni – ha dichiarato Dall’Igna a Sky -, di aver vinto per la terza volta consecutiva al Mugello. Qui abbiamo tutti i nostri supporter, tutti i dipendenti che vengono a tifarci, è bellissimo regalare questa soddisfazione“.

PETRUCCI, ADESSO IL RINNOVO

Dopo sei gare finalmente è possibile dire che Danilo Petrucci si è guadagnato anche la seconda parte del contratto. “Ha fatto una gara meravigliosa, anche a Le Mans è stato bravo, Forse nei primi Gran Premi ha avuto qualche difficoltà ad essere in gara, però complessivamente ha dimostrato di essere lì. Sembrava abituato a gestire situazioni del genere e invece era la prima volta che si giocava la vittoria. Sono contento perché oltre ad essere un grande pilota è un gran bravo ragazzo“. Ma Gigi Dall’Igna non si apre neanche a qualcosa di ufficioso: “Questo è sicuramente un risultato di cui tenere conto, ci ragioneremo con calma, ma Danilo ha fatto qualcosa di importante – ha detto a La Gazzetta dello Sport -. Questa vittoria gli regalerà ancora più stimoli e grinta“.

Sarà anche uno sprono per Andrea Dovizioso, che dovrà alzare l’asticella per non ritrovarsi sempre ‘Petrux’ incollato agli scarichi con il rischio di un sorpasso. E non solo in pista. In Ducati per il momento guardano il bicchiere mezzo pieno e pungono Honda su un tasto debole: “Siamo la sola squadra che mette tutti i propri piloti costantemente in condizione di vincere o giocarsi posizioni importanti. Le altre ci riescono, e neppure sempre, solo con uno. Dovi per me ha gestito alla grande una gara tosta nella quale Márquez ci ha provato fino all’ultimo senza mai gestirsi” ha concluso Gigi Dall’Igna.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

tulovic motoe cev moto2

MotoE, Lukas Tulovic: intervento rinviato, salta il CEV Moto2 ad Aragón

arbolino moto3

Moto3 Barcellona, FP3: Brillano Arbolino e Fenati, top 3 iridata in Q1!

MotoGP, Franco Morbidelli e Ramon Forcada

MotoGP, Forcada: “Morbidelli come Lorenzo, Stoner talento vero”