MotoGP, Carmelo Ezpeleta

Ezpeleta: “La MotoGP ha un impatto economico straordinario”

Carmelo Ezpeleta sottolinea l'importanza economica della MotoGP per gli stati ospitanti: "Il Mondiale può promuovere un Paese".

29 maggio 2020 - 13:36

Conto alla rovescia verso la prima gara MotoGP del 2020. Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports, conferma che il “piano A” su cui lavorano è quello di disputare “Gare in Europa senza spettatori, almeno per il momento“. Non si prevedono spettatori, né gare fuori dall’Europa per il momento. Entro la fine di luglio sarà chiarito se Malesia e Thailandia potranno ospitare gare a porte aperte. La vendita dei biglietti è la ‘conditio sine qua non’ per tenere Gran Premi in Asia. “Fino ad ora abbiamo dovuto mobilitarci per la sussistenza delle squadre“. Un’uscita finanziaria non certo indifferente, che va sommata al mancato incasso delle quote di partecipazione dei circuiti ospitanti.

MOTOGP MOTORE ECONOMICO

Manca ancora l’OK definitivo per la ripartenza a Jerez, ma resta una semplice formalità. Se ricomincia il calcio, potrà ripartire anche il motorsport. “Abbiamo avuto più incontri che mai e seguiamo il calcio, che è la cosa più importante. Se iniziano a metà giugno, abbiamo un altro mese di tempo. Speriamo di poter iniziare il 19 luglio” ha detto Ezpeleta in una chat organizzata da ‘Marca’. E rimarca il potere economico della MotoGP e dello sport in genere. “Il Campionato mondiale MotoGP è uno strumento fantastico per promuovere un Paese e gli conferisce un impatto economico straordinario“. Per questo, ha ringraziato il Consiglio sportivo superiore (CSD) per aver capito “Qual è il ruolo dello sport anche dal punto di vista commerciale e il ruolo dell’immagine che rappresenta per la Spagna“.

LO SHOW GARANTITO

Dal punto di vista finanziario la priorità è non perdere sponsor, portare a conclusione questa stagione “Per dimostrare che abbiamo i muscoli necessari. Dobbiamo fornire sostegno finanziario alle squadre meno potenti in modo che non perdano sponsor. Speriamo di poter mitigare questa crisi. I promotori sono felici e vogliono continuare. Abbiamo contratti a lungo termine. Se gli spettatori potranno venire dalla prossima stagione, ne usciremo bene da questa situazione“. Ma gli ingredienti per uno spettacolo emozionante non mancheranno neppure in una situazione di emergenza come quella attuale. “I test hanno mostrato diciannove piloti in meno di un secondo… Il mercoledì si terranno sessioni di test a Jerez per recuperare il feeling. In questa situazione, una caduta e uno zero sono molto più rilevanti e le strategie dovranno cambiare. La stagione – ha concluso Carmelo Ezpeleta – sarà molto competitiva“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi pronto a firmare: “Mi spiace per Alex e Brent”

Crutchlow MotoGP

MotoGP, Cal Crutchlow idoneo: “Fino a ieri impossibile pensare di correre”

motogp catalunya

MotoGP, Andrea Dovizioso: “La stagione in un certo senso inizia adesso”