alex marquez australia 2019

Alex Márquez 8° in Australia: “Non avevo ritmo. In Malesia sarà diverso”

Alex Márquez non concretizza il primo match point iridato: è 8° in Australia dopo un GP difficile. "Dobbiamo dimenticarlo. Serve un passo avanti in Malesia."

27 ottobre 2019 - 13:29

Nella stagione 2019 rimane un solo titolo da assegnare, quello nella categoria Moto2. La prima occasione iridata per Alex Márquez però è sfumata in una gara particolarmente complessa a Phillip Island. Il pilota catalano è apparso in difficoltà fin dai primi giri, subendo continui attacchi dagli avversari in pista, a cui faticava a rispondere. Chiude ottavo, ma la situazione in classifica iridata non è troppo rassicurante: ora Binder, vittorioso in Australia, dista 33 punti, Lüthi 28. Si cerca una reazione importante la prossima settimana a Sepang.

“Non avevo ritmo, è stato molto più complicato di quanto ci aspettassimo.” Alex Márquez commenta così il Gran Premio appena concluso. Non era chiaramente il ritratto della felicità una volta tornato al suo box: molto deluso, si è seduto nel suo angolo e rimesso subito al lavoro con il suo team. Il fratello Marc, accorso velocemente prima del suo GP, gli ha indirizzato qualche parola di supporto per cercare di rincuorarlo. La classifica è ancora dalla sua parte, ma come detto il vantaggio sui maggiori rivali si è ridotto notevolmente.

“Devo stare tranquillo, in Malesia andrà meglio” ha detto il minore di casa Márquez, facendo sue le parole del fratello. “Fin dall’inizio però non avevamo un buon ritmo. Sono rimasto sempre in un grande gruppo, ma facevo molta fatica a sorpassare. Succede quando non ti senti bene in sella alla tua moto: in questo modo però la gara sembrava non finire mai. Siamo comunque riusciti a conquistare qualche buon punto in ottica iridata, ma dobbiamo fare di meglio.”

Non ci si ferma: archiviati i GP in Giappone e Australia, è la volta della Malesia. I piloti entreranno in azione a Sepang già il prossimo fine settimana. “Serve un passo avanti” ha sottolineato l’iridato Moto3 2014. “Non siamo lontani, i weekend difficili capitano a tutti. Ora dobbiamo dimenticarcene, in Malesia la situazione sarà completamente differente. Dobbiamo spingere fin da subito, cercare di essere veloci e provare a completare il miglior fine settimana della stagione.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Dietro di noi case importanti”

Jorge Lorenzo pilota Honda

MotoGP, Jorge Lorenzo scommette sulla RC213V 2020

Michelin MotoGP

MotoGP, Valencia: Michelin prepara le gomme asimmetriche