Al Sachsenring la prima gara MotoE. Il commento di Tuuli, Smith, Di Meglio

Niki Tuuli si è imposto nella prima gara MotoE, sul podio anche Bradley Smith e Mike Di Meglio. Le parole entusiaste dei piloti dopo questa prima competizione.

8 luglio 2019 - 17:31

Nel corso del Gran Premio MotoGP di Germania abbiamo assistito alla prima storica gara di un nuovo campionato, la Coppa del Mondo MotoE. I 18 piloti al via sulle rispettive moto elettriche hanno dato vita ad una gara breve (solo 7 giri, poi ridotti ancora per bandiera rossa), ma non è mancata la battaglia. Niki Tuuli, scattato (male) dalla pole position, è stato il vincitore finale di questa prima competizione. Completano il primo podio MotoE Bradley Smith e Mike Di Meglio. Ecco i commenti del trio sul podio.

Niki Tuuli (Ajo MotoE), dai trascorsi in Supersport e Moto2, è attivo nel CEV Moto2 con il Team Stylobike. Parallelamente è uno dei ragazzi schierati in MotoE, pilota finlandese nel team del finlandese Aki Ajo. “Siamo riusciti a mantenere un buon ritmo durante il weekend, migliorando turno dopo turno. In gara è stato più difficile, non sapevamo cosa aspettarci dopo la pioggia mattutina. Ho iniziato con calma, per poi dare il massimo: la gara era più breve del solito, quindi avevamo meno tempo per la nostra strategia. Vincere è gran modo per cominciare il campionato, so cosa ho fatto bene e su cosa devo lavorare. Mi piace l’atmosfera in MotoE, tutto è più semplice e i piloti spingono per il risultato, ma si godono anche la guida. Io non ho alcuna pressione, voglio solo divertirmi e fare ancora meglio nella prossima gara.”

Bradley Smith (ONE Energy Racing), ex pilota Red Bull KTM Factory in MotoGP, è ora tester Aprilia, mancando per questo ad alcune giornate di test svolte ultimamente. Il pilota britannico ha incontrato qualche difficoltà, ma in gara ha mostrato un buon ritmo, conquistando il primo storico podio. “Non ero particolarmente contento dopo la E-pole [7° tempo, ndr], ma sapevo che se fossi partito bene sarei riuscito a lottare per la vittoria. Lo scatto è stato ottimo e mi sono portato anche al comando. La gara è stata emozionante, una buona notizia in termini di spettacolo. Non ho preso parte alla simulazione a Valencia, quindi non sapevo bene cosa aspettarmi, ma ho imparato molto e so dove posso migliorare per il prossimo round in Austria. Voglio ringraziare la squadra: i ragazzi sono riusciti a cambiare la moto da un giorno all’altro, hanno svolto un gran lavoro.”

Mike Di Meglio (EG 0,0 Marc VDS), altro ex del Motomondiale, è uno dei piloti di F.C.C. TSR Honda France in FIM EWC. Il francese però ha accettato anche la sfida MotoE, con un ottimo inizio. Di Meglio è scattato quarto in griglia, guadagnandosi il secondo gradino del podio esattamente quando è stata esposta la bandiera rossa. Chiude così 3°. “Tutto è andato come previsto. Sono riuscito a partire molto bene, frenando poi tardi alla prima curva. Quando ho visto parecchi piloti all’interno, mi sono imposto di mantenere la velocità per non perdere terreno. Ho lottato poi con Niki e Bradley, badando a gestire la gomma posteriore, che scivolava un po’ penso per le basse temperature. Volevo passare Bradley, mi sentivo più veloce di lui, ma quando l’ho fatto ecco la bandiera rossa. Queste sono le gare, ma è andata bene e sono molto contento di questo storico podio.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo e Johann Zarco “gemelli diversi”

Andrea Iannone

Aprilia brilla ad Aragon. Andrea Iannone: “Sarà una buona occasione”

Red Bull Rookies Cup: Billy van Eerde vince Gara 1 ad Aragón