kiara fontanesi wmx 2020

WMX: Mamma Kiara Fontanesi, il 2020 comincia in Gran Bretagna

Kiara Fontanesi al via nel Mondiale Motocross Femminile 2020 a soli tre mesi dalla nascita della figlia. "Per me è già un successo."

27 febbraio 2020 - 16:17

Il tempo è passato, Kiara Fontanesi è pronta a tornare. La sei volte iridata sarà questo fine settimana a Matterley Basin (Gran Bretagna) per il primo round della stagione 2020. Un ritorno dietro il cancelletto di partenza a 17 mesi dall’ultimo titolo conquistato, dopo un anno di stop per l’arrivo della figlia Skyler, nata appena tre mesi fa. Un veloce recupero post parto e tanta voglia di ripartire, con la sua bambina come tifosa in più.

Un appuntamento significativo per Fontanesi: proprio a Matterley Basin la pilota si è laureata per la prima volta campionessa del mondo. Otto anni e sei corone iridate dopo, ecco che Kiara riparte proprio da qui dopo un traguardo personale importante, quello di diventare mamma. Inizia così il suo 2020 e c’è da scommettere che Fontanesi non vorrà essere solo una comparsa. Ricordiamo che sarà un campionato con ben 47 ragazze al via, con chiaramente l’iridata 2019 Courtney Duncan come favorita, seguita dalla sua maggiore antagonista Nancy Van De Ven.

“Essere presente alla prima mondiale per me è già un successo” ha raccontato la pluricampionessa. “Dopo nemmeno due mesi dalla nascita di Skyler ero già in moto. Ora torno in gara come Kiara mamma, accompagnata dalla mia piccola e Devin, il mio compagno. Oltre a fare il papà, mi ha aiutata a prepararmi per questa gara. Sono particolarmente motivata e mi sento in forma, nonostante il poco tempo a disposizione per preparare questo round. Ringrazio la mia famiglia ed il team per l’aiuto, oltre agli sponsor che continuano a credere in me.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mitch evans mxgp

MXGP: Mitch Evans sotto i ferri, spalla destra rimessa a nuovo

Motocross, Tony Cairoli in una sessione speciale di drift

Motocross, Tony Cairoli

Motocross, Tony Cairoli: “Sarò al top verso metà o fine Mondiale”