kiara fontanesi wmx

Kiara Fontanesi: “Mi divido tra moto e passeggino, mi piace tanto!”

Kiara Fontanesi nel doppio ruolo di mamma e pilota ad alti livelli. Con rinnovata motivazione: la sei volte iridata punta a riprendersi la corona WMX.

13 maggio 2020 - 17:09

Pochi si sarebbero aspettati un ritorno di questo tipo, eppure Kiara Fontanesi si è messa in evidenza fin da subito. La gravidanza e di conseguenza l’anno vissuto lontano dal Mondiale Motocross non sembrano averle creato particolari problemi. Anzi, la pluricampionessa è ripartita con ancora maggiore determinazione ed una piccola fan in più, la figlia Skyler. A Matterley Basin ha chiuso con un podio, tornando poi al successo una settimana dopo a Valkenswaard: tutto ad appena tre mesi dal parto. La sei volte iridata è tornata per riprendersi la corona.

Da sottolineare come la gravidanza non abbia fermato Fontanesi. “Nel primo mese e mezzo stavo male ed ero senza forze” ha spiegato la pilota tricolore a MXGP Magazine. “In seguito sono tornata in palestra, adattando gli allenamenti ai cambiamenti del mio corpo. Ho continuato fino ad un mese dal parto.” Sessioni che poi sono riprese un mese dopo la nascita della sua bambina, con la collaborazione del compagno Devin. “Nella mia testa sapevo che volevo tornare in moto il più presto possibile. Certo non ero così sicura, nessuno può prevedere come reagirà il tuo corpo dopo il parto. Sono rimasta sorpresa di essere tornata in forma dopo appena due mesi.”

La sorpresa c’è stata anche con i risultati in Gran Bretagna, sede del primo round stagionale. In Olanda fa ancora meglio, conquistando una vittoria. “Tornare a competere quest’anno era una grande sfida” ha ammesso. “Avere un figlio e rimanere fermi un anno… Il tuo corpo cambia tanto. Riuscire a disputare il primo round stagionale dopo appena due mesi di allenamento è stato già una vittoria. Ci siamo scoperti più pronti di quanto pensassimo.” Fontanesi non ha esitato a portare la sua bimba sul podio. “Non si può spiegare” ha ammesso. “Lei è già il mio trofeo, ma averla con me sul podio mondiale è un’emozione che non si può descrivere a parole.”

Un doppio ruolo quindi da gestire, quello di mamma e quello di pilota ad alto livello. “La routine chiaramente è cambiata, ora si è aggiunta un’altra persona nella mia vita. La maggiore differenza è che faccio tutto più velocemente, più vicino a casa e senza perdere tempo, per tornare presto da mia figlia.” Diversità notate anche nel corso dei due round disputati: tra una sessione e l’altra era diventata una consuetudine trovare Fontanesi impegnata a dare da mangiare alla bimba od a cambiarle i pannolini. “Ora ho una figlia da crescere, ma per fortuna è brava. Al momento mi divido tra la moto ed il passeggino, mi piace tanto!”

Una nuova vita che, come detto, le ha regalato ancora maggiore fiducia: il settimo titolo in carriera non è un obiettivo impossibile. “Ogni anno serve trovare sempre la giusta motivazione per continuare vincere, ma arriva un momento in cui sei stanca e hai tanti problemi fisici. Rimanere un anno ferma è stata un’ottima medicina: ho potuto rigenerare il corpo e la mente. Avere Skyler è sicuramente una motivazione a fare ancora meglio rispetto agli anni scorsi.” Anche se ammette una piccola ‘difficoltà’ in più. “Se ci sono rischi da correre, inconsciamente cerco di evitarli molto più di prima.” Obiettivo stagionale? “Voglio lottare per il titolo.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kiara Fontanesi, WMX

WMX Mantova, Kiara Fontanesi terzo posto Ora servirà un gran finale

Kiara Fontanesi

WMX Mantova, Kiara Fontanesi vince gara 1 ma poi la penalizzano!

mxgp mantova

MXGP Mantova: Cairoli a -5 da Gajser. Orari dirette/differite Eurosport e RaiSport