Sebastian Fortini

Tragedia nel motocross: muore una giovane promessa di 17 anni

Sebastian Fortini, 17 anni, giovane promessa del motocross, ha perso la vita nella giornata di giovedì 17 dicembre. Fatale l'impatto contro un albero.

18 dicembre 2020 - 7:40

Un’altra giovane vittima nel fuoristrada. Stavolta si tratta della giovane promessa del motocross Sebastian Fortini. Il 17enne si stava allenando a Traona, in provincia di Sondrio, su una pista vicino al fiume Adda. La tragedia è avvenuta sotto gli occhi del padre, da sempre suo allenatore. Sebastian correva per il Jrt Mx Team di Calco ed era uno dei piloti lombardi più promettenti. “Ci viene difficile comunicare tutto questo, con il cuore infranto, comunichiamo che oggi un bravissimo ragazzo, nostro componente del team Sebastian Fortini ci ha lasciato…. Condoglianza a tutta la famiglia Fortini, da parte di tutto il JRT… 85“, si legge sui social. A piangere ora la sua prematura scomparsa anche i fratelli Nicole e Kristian e sua mamma Giovanna.

Secondo le prime notizie si sarebbe schiantato contro un albero e lo schianto avrebbe procurato un’emorragia interna risultata fatale. A nulla sono serviti i soccorsi giunti persino con l’elicottero. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri. Toccante il racconto di suo padre Max al quotidiano ‘Il Giorno’. “Il mio bambino mi è morto fra le braccia. Ero a 5 metri da lui, quando è successo l’incidente durante l’allenamento. Una tragedia immane. È stato tremendo l’impatto che ha avuto con il petto contro una pianta. Sono subito corso da lui: “Papà chiama l’ambulanza“, mi ha detto. Gli ho sfilato il casco, praticato la respirazione bocca a bocca… L’unica consolazione che ho è che ha perso la vita facendo ciò che più amava fare, il motocross…“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

herlings gajser mxgp

MXGP: Herlings e Gajser, inversione di ruoli ed una nuova classifica

ivo monticelli mxgp

MXGP: Ivo Monticelli stagione finita, mercoledì l’intervento alla spalla

MXGP, Tony Cairoli a Riola Sardo

MXGP, Tony Cairoli paura e zero punti: “Non sentivo braccia e gambe”