Supercross: Cooper Webb, sarà vera gloria?

Nessuno si sarebbe aspettato di vedere il pilota della KTM con la tabella rossa dopo quattro gare, riuscirà a restare in testa?

28 gennaio 2019 - 19:15

Cooper Webb nel Supercross USA oltre ad essere diventato leader del campionato dopo la vittoria di Oakland, è anche l’uomo copertina della categoria a ruote tassellate statunitense. Il ragazzo originario di Newport sta vivendo un momento magico “sorprendente” grazie all’incredibile inizio di campionato che lo ha visto protagonista.

Irriverente per non dire irritante in qualche atteggiamento, il numero 2 della KTM non si nasconde di certo e non la fa nemmeno ora che guarda tutti dall’alto verso il basso. La sua rivalità con Ken Roczen che vi abbiamo raccontato qualche giorno fa è sicuramente una “motivazione” in più per spingere sempre al massimo rischiando anche qualcosa.

QUANTO DURERA’ IL “MAGIC MOMENT?” Con tutte le variabili, soprattutto fisiche che esistono nel Supercross è difficile stabilire quanto può continuare il periodo positivo di un determinato pilota. Sicuramente Cooper Webb in questi ultimi 15 giorni ha saputo costruire un qualcosa di inaspettato con due vittorie arrivate in “modalità totalmente differenti; la “Triple Crown” di Anaheim 2 e quella regolare di Oakland.

ANAHEIM 1 OCCASIONE PERSA Paradossalmente Cooper Webb ha “gettato” al vento quella che poteva essere la terza vittoria su quattro gara nella prima corsa della stagione corsa sotto la pioggia ad Anaheim 1. In quell’occasione l’americano cadde dopo aver impostato la prima curva al comando negli istanti successivi alla partenza, dovendo rimontare dall’ultimo posto fino al quinto finale. Fu sorprendente però il suo ritmo, nettamente più rapido rispetto a quello dei primi tre classificati nonostante il tanto traffico nei sorpassi.

VARIABILE MUSQUIN Chi sicuramente non sarà felicissimo nel vedere il proprio compagno in testa al campionato è Marvin Musquin. Il francese, caposquadra per contratto da quando Ryan Dungey ha “salutato” tutti forse non si aspettava un rendimento del genere da parte del suo compagno di box e sicuramente nelle prossime gare ( già a Oakland abbiamo visto la sua rimonta negli ultimi giri) proverà di tutto per prendersi lui quella tabella rossa che ora è sulla moto numero 2 di Cooper Webb.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

misano world circuit

CEV, tappa a Misano nel 2020. Albani: “Visione su giovani talenti”

fim cev repsol

CEV, il calendario 2020: Doppio round in Portogallo, entra Misano

Michael Rutter

Clamoroso: Michael Rutter ufficializzato vincitore del Macau GP 2019