RedBud

National MX: al RedBud Roczen spera di ritrovarsi

Lo splendido circuito del RedBud vedrà ancora una volta la lotta tra Tomac, Roczen e Musquin nella 450 e Cianciarulo, Cooper e Ferrandis nella 250

5 luglio 2019 - 12:06

Settimo appuntamento del campionato National sullo splendido tracciato del RedBud in Michigan. Una pista splendida che l’anno scorso ha ospitato il “Nazioni” vinto dalla Francia. I piloti arrivano dopo lo “scossone” delle gare di Southwick, con Eli Tomac sempre più leader della classifica ma con Marvin Musquin vincitore delle ultime due gare consecutive.

ROCZEN SPERA NEL FRESCO

Chi cercherà disperatamente di ritrovare la forma di qualche settimana fa è Ken Roczen. Il tedesco che soffre, soprattutto in gare “calde” e “fisiche”, di un problema alle braccia che vi avevamo spiegato in questo link è alla ricerca di quella continuità che gli permetterebbe di tenere testa ai 2 piloti davanti a lui in classifica, Eli Tomac e Marvin Musquin. La KTM con il francese, non ancora con Cooper Webb, è tornata a vincere dopo un periodo di digiuno e Musquin in questo momento è in grande forma. Da tenere d’occhio le due Husqvarna ufficiali con Zach Osborne e Jason Anderson sempre nelle prime posizioni e anche la Suzuki dello svedese Fredrik Noren. Nella 250 grande duello tra il leader della classifica Adam Cianciarulo e Justin Cooper con Dylan Ferrandis, in grande rimonta nelle ultime 3 gare dove ha ottenuto 2 vittorie.

ORARI DELLE GARE

8:30 – 19:00 Opening Ceremonies
19:00 – 19:08 450 Class Site Lap
19:10 – 19:45 450 Class Moto #1 
20:00 – 20:08 250 Class Site Lap
20:10 – 20:45 250 Class Moto #1 
21:00 – 21:08 450 Class Site Lap
21:10 – 21:45 450 Class Moto #2  
22:00 – 22:08 250 Class Sight Lap
22:10 – 22:45 250 Class Moto #2  

.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

La Skoda Fabia R5 di Tony Cairoli

Tony Cairoli al Rally Tuscan Rewind: “Non vedo l’ora”

Jacky Martens, con i suoi piloti Julien Lieber e Benoit Paturel

MXGP, il team Honda di Jacky Martens con Lieber e Paturel

VIDEO MXGP: HRC, c’è Mitch Evans con Tim Gajser nel 2020