VIDEO Tim Gajser: “Se non ami ciò che fai, il successo non arriva”

Tim Gajser, allenamento social assieme al suo fisioterapista. E sullo stop forzato: "Non è facile tenersi in forma senza sapere quando ripartiremo."

16 aprile 2020 - 16:33

Ad inizio mese, Tim Gajser ha realizzato una sessione di allenamento online con il fisioterapista del Team HRC, Filippo Camaschella. Nel corso di questa sessione c’è in particolare qualche esercizio fisico su cui il tre volte iridato MXGP si concentra molto per tenersi in forma in questa quarantena. Non manca anche il tempo per rispondere a qualche domanda da parte dei fan nel corso di un’intervista social autoprodotta.

“Al momento mi sto allenando normalmente” ha raccontato Tim Gajser. “Ho una palestra a casa, mi alleno due volte al giorno. Non posso fare nulla però in moto. Sono passate due settimane dall’ultima volta che sono salito in sella, vedremo cosa succederà. Ci possiamo solo augurare che questo momento finisca presto.” Per il momento sembra che non si correrà prima di luglio (gli ultimi aggiornamenti). “Difficile allenarsi senza una data precisa per ripartire. Nell’attesa io cerco solo di tenermi impegnato ed in forma.”

Un aspetto quest’ultimo particolarmente importante, soprattutto se ci sono tante gare consecutive. “Abbiamo 20 gare in una stagione, quasi ogni weekend. Dal lunedì dopo la gara serve recuperare al meglio per arrivare preparati all’appuntamento successivo. Meglio staccare un po’ se si è stanchi, e soprattutto non bisogna esagerare: serve un giusto equilibrio tra riposo e allenamento.” Ora però è tutto fermo: “Non è facile, siamo abituati a girare tanto in moto, praticamente ogni giorno. Ma ci divertiremo ancora di più quando tutto sarà finito.”

Non manca una ‘dichiarazione d’amore’ per le moto. “La cosa più importante è amare ciò che fai, altrimenti il successo non arriva. Amo guidare la mia dirtbike da quando ho due anni e mezzo, e spero anche in futuro di continuare a divertirmi così in moto. Siamo fortunati ad aver trasformato la nostra passione in un lavoro, anche se non lo ritengo tale. È un privilegio potermi godere questo sport e condividerlo con i tifosi.” Appassionati a cui manda un messaggio: “Ringrazio sempre tutti quelli che ci guardano, speriamo di rivederci presto in gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mxgp herlings

MXGP: Jeffrey Herlings ‘prepara’ il Mondiale in AMA National?

MXGP 2020

MXGP: Round 2020 senza pubblico? “Non è un’opzione possibile”

Tony Cairoli

Motocross, Tony Cairoli: “Le gare si vincono in allenamento”