Gajser MXGP

MXGP: Tim Gajser, ultimo assalto al titolo. “Voglio solo divertirmi”

Tre round alla fine del Mondiale MXGP 2020, Tim Gajser ad un passo dal 4° titolo personale. In Trentino può diventare il pilota più vincente in casa Honda.

29 ottobre 2020 - 12:38

Solo tre eventi (o forse anche meno) separano Tim Gajser da quello che diventerebbe il quarto titolo in carriera in appena sei anni, il terzo in MXGP. Il giovane campione sloveno arriva a Pietramurata con un ampio margine sul diretto rivale Tony Cairoli, che ora accusa ben 74 punti di distacco. Solo uno straordinario colpo di scena potrebbe impedire al 24enne alfiere Honda HRC di mettere le mani sulla corona iridata 2020. Assente il compagno di box Mitch Evans, alle prese con un infortunio ad un polso riportato in Spagna.

Per il #243 c’è anche un possibile record da abbattere: dopo il doppio successo dell’ultimo round ha raggiunto Andre Malherbe come numero di successi da pilota Honda. In Trentino, dove ha già vinto il passato, potrebbe incrementare ancora il suo bottino ora di 27 vittorie: diventerebbe così il più vincente in motocross per i colori della casa dell’ala dorata. Oltre ad avere così la strada letteralmente spianata verso il titolo in questa complicata stagione ormai quasi al capolinea. Calcoli che però interessano poco il leader iridato, che punta solo a divertirsi ed a raccogliere il miglior risultato possibile in ogni gara da disputare.

“Mi piace andare in Trentino, è il posto più vicino alla Slovenia” ha dichiarato Tim Gajser. “Di solito ho tanti tifosi, ma quest’anno non avremo pubblico. Un peccato, avrei voluto ringraziare tutti per il grande supporto. Non è stato semplice, abbiamo dovuto affrontare momenti difficili, ma siamo quasi alla fine. Non avrei fatto nulla senza il supporto e l’ottimismo della mia squadra e di tutti i miei sostenitori. Come sempre però, mi avvio verso il weekend per divertirmi e godermi la gara. Se andiamo avanti così, tutto andrà bene.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP, Tony Cairoli

Motocross, Tony Cairoli: “Agli avversari invidio le ginocchia sane”

Sebastian Fortini

Tragedia nel motocross: muore una giovane promessa di 17 anni

MXGP, Tony Cairoli

Tony Cairoli operato al ginocchio: “Adesso è tempo di recuperare”