MXGP 2020

MXGP, quando riparte il Mondiale? David Luongo: “Ci siamo vicini”

David Luongo assicura che la ripartenza MXGP non è lontana. Si cerca di stilare un protocollo unico di sicurezza, oltre a modificare i programmi di gara.

1 luglio 2020 - 16:23

Tanti piloti MXGP in questo periodo stanno approfittando della ripartenza dei campionati nazionali per riprendere il ritmo gara. L’iridato Tim Gajser è attivissimo nella sua Slovenia: dopo la prima tappa, doppio successo questo weekend nel secondo appuntamento. Arminas Jasikonis sta dominando in casa in Lituania, mentre Max Nagl (più Jago Geerts e Tom Vialle della MX2) è stato protagonista in Repubblica Ceca. Ma quando ricomincerà il Mondiale Motocross? Per David Luongo, CEO Infront Moto Racing, “Ci siamo vicini”.

Si mantiene un cauto ottimismo per il 2020, fermato dopo i primi due round a causa della pandemia da coronavirus. La prossima tappa al momento è programmata per il 9 agosto in Lettonia, ma si attendono conferme ufficiali in questi giorni. “Dobbiamo adattarci, questa è una situazione che prescinde dalla nostra volontà” ha dichiarato Luongo in un’intervista a gatedrop.com . “Cerchiamo di fare del nostro meglio con tutte le restrizioni a livello globale. Ripartiremo quando la situazione ce lo consentirà, ma siamo sempre più vicini a questo momento.”

“Siamo rimasti sempre in contatto con tutte le parti coinvolte” ha continuato. “Chiaramente non è facile stilare un protocollo unico, partendo dalle differenti misure prese dai vari governi. Certamente stiamo cercando di creare la maniera più sicura per gestire un appuntamento motocross una volta ripartiti.” Una difficoltà è rappresentata anche dalla presenza o meno dei tifosi. “La MXGP non è la F1. La nostra intera economia è supportata per una buona parte dai biglietti: un round senza pubblico ci metterebbe in una situazione molto complessa.”

Ma quale sarà la risposta degli appassionati? “Sono un ottimista” ha precisato Luongo. “Tutti vogliono tornare ad una sorta di ‘normalità’. Se la situazione è ben gestita, i fan della MXGP si faranno vedere, pronti a mostrare tutta la loro passione.” L’obiettivo è riuscire ad assicurare una buona stagione. “Stiamo discutendo con la FIM per modificare in via eccezionale lo svolgimento dei weekend di gare. Visto il ritmo che terremo da agosto a novembre, vogliamo provare a dare un po’ più di tempo per lavorare sulle moto e per gestire al meglio gli spostamenti.”

Tanti mesi senza competere, un periodo decisamente insolito tutte le persone coinvolte nell’organizzazione di un campionato mondiale. “Mi manca l’adrenalina che dà questo sport” ha ammesso Luongo. “Mi manca anche il calore del pubblico, i piloti, il fatto di portare il Mondiale MXGP in giro per il mondo. Ma una volta ripartiti ci godremo al massimo ogni singolo momento di questa nostra passione.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP, Glenn Coldenhoff

MXGP Lettonia: Glen Coldenhoff firma la storia GasGas, Tony Cairoli affonda

MXGP, Tim Gajser

MXGP Lettonia: Tim Gajser di slancio in gara 1, Tony Cairoli settimo

Motocross, Tony Cairoli

Motocross, Tony Cairoli: “Pronto a ripartire, Kegums una bella pista”