Assomotor

MX2: RedMoto Assomotor un podio per continuare a crescere

La crescita del team Honda RedMoto Assomotor passa dal podio nella MX2 e dalle prestazioni nella EMX250 come raccontato da Alfredo Bevilacqua

24 giugno 2019 - 12:02

La gara della MX2 in Germania, sul terreno “duro” di Teutschenthal oltre che al solito dominio di Jorge Prado ha visto un nuovo protagonista affacciarsi nelle posizioni di vertice. Mathys Boisrame, pilota del team italiano RedMoto Assomotor gestito da Alfredo Bevilacqua ha conquistato uno strepitoso podio (qui trovate gli highlights), grazie ad una seconda manche magistrale dopo aver chiuso la prima in settima posizione. Il terzo posto, dietro alle KTM ufficiali è il giusto premio ad un pilota e soprattutto ad una squadra in costante crescita, che ora ha la consapevolezza di poter lottare nella seconda parte di stagione con i migliori.

SIAMO IN CRESCITA

RedMoto Assomotor è il classico esempio di un team, che con una programmazione corretta, e un lavoro portato avanti in maniera regolare e seria può puntare a infastidire anche strutture e costruttori con capacità molto elevate. Le prestazioni anche nella EMX250, oltre che confermate dopo il titolo della stesso Boisrame nel 2018, ne sono la riprova. Stephen Rubini, vincitore della gara in Germania, è attualmente leader di un campionato apertissimo e soprattutto molto competitivo. Con ancora 8 gare da disputare nel mondiale, Mathys Boisrame e anche il suo compagno Brent Van Doninck che non sta vivendo un periodo semplice possono ambire a risultati importanti.

” La crescita si sta vedendo, e ora vogliamo spingere alla grande sia nel mondiale che nell’ Europeo” ha detto un soddisfatto Alfredo Bevilacqua. “Lavoriamo giorno e notte e sicuramente questo risultato nel mondiale ci da la consapevolezza, visto che lo abbiamo toccato con mano che il potenziale c’è e che comunque dobbiamo continuare a crescere e fare esperienza”. ” La moto va forte, e se non andasse bene sicuramente non saremmo lì davanti, io sono molto contento e questa oltre che una boccata d’ossigeno ci fa capire che la strada che abbiamo intrapreso è quella giusta.”

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tony Cairoli, MXGP

MXGP, Tony Cairoli si rompe il naso ma non molla “Mercoledi all’attacco”

Jeremy Seewer, MXGP

MXGP Lombardia, Tony Cairoli 15° con pit stop Tim Gajser sorpassa

Tony Cairoli, MXGP

MXGP Lombardia, Gara 1 Tony Cairoli terzo allunga su Tim Gajser