Francois Kawa

MXGP: Parla François Lemariey “Romain Febvre in Kawasaki? Chissà””

Esclusivo: François Lemariey team manager Kawasaki si aspettata una stagione diversa. Sul 2020 e la trattativa con Romain Febvre ci ha detto che...

24 luglio 2019 - 7:06

François Lemariey è l’uomo alla guida della squadra di motocross di più alto livello di Kawasaki; Monster Energy Kawasaki Racing Team (KRT). Uno sport nel qual François , oltre alle sue mansioni istituzionali deve svolgere il  duro compito di  mantenere i suoi piloti in forma e sul pezzo. La stagione 2019 non è andata per il team ufficiale come ci si poteva attendere, con gli infortuni di Clement Desalle e Julien Lieber che hanno sostanzialmente svoltato in negativo l’annata.

RESTIAMO POSITIVI

François da una stagione così complicata cosa avete imparato per il futuro?

” Impariamo sempre, anche se cerchiamo di ridurre al minimo i rischi e gestirli nel il modo migliore possibile per i nostri piloti, le lesioni possono verificarsi in qualsiasi momento durante le gare o gli allenamenti e fanno parte sfortunatamente del nostro sport”.

Prima dell’incidente di Desalle in Russia i risultati erano al di sotto delle aspettative?

“Eravamo ancora in una buona posizione anche se Clement non è mai stato al 100% con un incidente all’inizio in Argentina, un infortunio alla mano nel Regno Unito e il menisco a Valkeswaard … L’infortunio in Russia è arrivato quando Clement si sentiva di nuovo bene”.

Quali differenze hai riscontrato tra la Kawasaki 2018 e quella nuova che avete avuto in questa stagione?

“Kawasaki ha fatto un ottimo lavoro con la nuova moto, sul telaio ma anche sul lato motore. Continuiamo a sviluppare la moto in fabbrica affinché quella versione MXGP sia competitiva, grazie anche al feedback dei nostri piloti”.

Quanto è complicato gestire una struttura come quella della Kawasaki ufficiale?

Cerchiamo di focalizzare le persone sul proprio lavoro e ottenere il miglior equilibrio con la vita privata poiché il calendario MXGP è piuttosto impegnativo. Una delle chiavi è anche la comunicazione, credo. Kawasaki, Monster Energy e tutti i nostri partner offrono il miglior supporto possibile al team per avere successo, penso che questo sia uno dei punti più importanti. Tutti lavorano con lo stesso obiettivo”.

Nel paddock si parla di Romain Febvre in Kawasaki nel 2020, cosa puoi dirci di più?

“Non commento cosa dice il “paddock”. Molti piloti stanno terminando i contratti, ciò significa molte opportunità per le squadre. Spetta ai produttori, ai team, fare la scelta migliore possibile”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tim Gajser, MXGP Imola

MXGP Imola: è fatta Tim Gajser campione del mondo!

Slovena Imola

MXGP Imola: invasione slovena per Tim Gajser

Honda Imola

MXGP Imola: Honda si “nasconde” in vista del 2020?