MXGP, Tony Cairoli

MXGP, Tony Cairoli: l’assalto al titolo riparte da Matterley Basin

Tony Cairoli ha fatto tappa in Germania prima di imbarcarsi verso la GB, teatro della prima tappa MXGP 2020. Inizia l'assalto al decimo Mondiale.

27 febbraio 2020 - 9:58

Tony Cairoli ritorna nel suo habitat dopo l’intervento dello scorso luglio alla spalla. Una caduta che ha costretto il nove volte iridato a gettare la spugna nella corsa al Mondiale contro Tim Gajser. Adesso la sfida contro il campione sloveno si rinnova, l’astro nascente contro la vecchia volpe, il freddo pilota dallo sguardo di ghiaccio contro il carismatico pilota originario del Sud. Due personalità differenti proiettate verso un unico fine: il titolo iridato. TC222 ricorda per certi versi la “history” di Valentino Rossi, con nove sigilli mondiali che anelano a diventare doppia cifra. A mettere i bastoni tra le ruote la nuova generazione affamata di risultati e vittorie.

Si prevede una stagione MXGP altamente combattuta, non avrà certamente vita facile Tony Cairoli. Non solo Tim Gajser sulla sua traiettoria, ma i vari Jeffrey Herlings, Jeremy Seewer. E ancora gli intramontabili Clement Desalle e Romain Febvre, i nostri Ivo Monticelli, Alessandro Lupino e Michele Cervellin. Il pilota di Patti ha deciso di saltare i primi due round degli Internazionali d’Italia a Riola Sardo e Ottobiano, prima di tornare a calarsi sulla sua KTM 450 SX-F in una competizione ufficiale. Poi ritorno a Malagrotta e tappa in Germania sulla pista di Grevenbroich, prima di imbarcarsi verso la Gran Bretagna. Primo e secondo posto al Matterley Basin nella stagione 2019, Tony Cairoli vuole tornare a dare battaglia sebbene non ancora al 100% della forma fisica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gajser Evans HRC MXGP 2020

MXGP, Mitch Evans: “Mai un infortunio così. Nuovo format? Mi sentirò a casa”

arnaud tonus mxgp

MXGP, Arnaud Tonus: “Pollice quasi al 100%, obiettivo stare davanti”

MXGP 2020

MXGP, ecco il nuovo calendario! Si riparte il 9/08, quattro round in Italia