Jeffrey Herlings, MXGP

MXGP Mantova gara 1: Jeffrey Herlings devastante, Febvre raggiunto

Jeffrey Herlings domina la prima sfida e pareggia i conti con Romain Febvre. Adesso chi sta davanti è campione. Perde quota Gajser, contatto e ritiro per Tony Cairoli

10 novembre 2021 - 12:50

Un Jeffrey Herlings mostruoso domina la prima manche della finalissima MXGP e raggiunge Romain Febvre, secondo, in vetta alla classifica. Il motocross si regala una finalissima da sogno: in gara 2, il via alle 15:10, chi finisce davanti sarà campione. E’ ancora aritmeticamente  in gioco anche Tim Gajser, ma da -17 punti da recuperare sugli avversari (su 25 in palio) allo sloveno servirebbe un miracolo per ribaltare la situazione. I tre sfidanti sono arrivati al traguardo racchiusi in tre secondi: la battaglia infuria.

Ora sarà spareggio!

Dopo una breve sfuriata di Jorge Prado, poi finito quinto dietro l’ottimo Jeremy Seewer, i tre piloti che si giocano il titolo sono saliti in cattedra. Jeffrey Herlings, quarto in partenza, ha passato Romain Febvre come fosse fermo, ed è ha cercato la fuga. Il coriaceo francese, lì per lì tramortito, ha però rialzato la testa nel finale, recuperando vistosamente terreno. Adesso sono pari in classifica, l’esito dello spareggio non è scontato: Herlings è strepitoso, ma Febvre non molla mai.  Quasi fuori dai giochi un Tim Gajser che si è svegliato un pò tardi.

Tony Cairoli contatto e ritiro

Non è stata la manche che voleva Tony Cairoli: il nostro fuoriclasse, all’ultimo GP in carriera, è partito bene, incollandosi alla ruota dei tre che si giocano il mondiale. Intorno a metà distanza però si è scontrato con Jeremy Seewer: la KTM e la Yamaha sono rimaste incastrate, per cui Tony ha perso parecchio tempo, imboccando sconsolato e arrabbiato la via dei box. Resta però la manche finale per lasciare il segno: a 36 anni, dopo nove mondiali e 94 GP conquistati, sarà una passerella da mito per Tony Cairoli.

Ore 15:10, adesso è tutto-o-niente

Era scontato che questo fantastico campionato si sarebbe deciso all’ultima gara, ed eccoci arrivati. Alle 15:10 si abbasserà l’ultimo cancello della stagione, ancora 30 minuti più due giri per consacrate l’iridato 2021. Uno solo vincerà, ma i due sconfitti non avranno niente su cui recriminare. Sarà anche l’ultimo show in carriera per un Tony Cairoli desideroso di riscatto: che spettacolo, davanti ad un pubblico straboccante. Il motocross funziona anche di mercoledi!

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

1 commento

fabu
14:21, 10 novembre 2021

il motocross di Cairoli in Italia funziona anche di mercoledì!
finale incredibile, io tifo per Herlings, con tutti gli infortuni patiti è veramente un fenomeno ad essere sempre lì.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tim Gajser MXGP

MXGP, Tim Gajser: “L’incidente di Loket ha condizionato il Mondiale”

MXGP, Jeffrey Herlings

MXGP, una nuova KTM per Jeffrey Herlings: “Non ho bisogno di pause”

Tony Cairoli

Tony Cairoli velocità e umiltà: “Non ero preparato per il Supercross”