KTM Cairoli

MXGP: una KTM che “saltella” troppo

Dopo parecchio tempo KTM ha perso quel vantaggio tecnico che aveva nei confronti di Honda che ora sembra volare rispetto alla moto austriaca

11 giugno 2019 - 22:11

KTM negli ultimi anni ha sicuramente prodotto la miglior moto da cross al mondo che ha permesso ai suoi piloti, sia nel mondiale che negli Stati Uniti di ottenere parecchi successi, dominando in diverse occasioni. Dopo il successo di Cooper Webb nel Supercross, e la leadership di Antonio Cairoli nella MXGP le cose sono cambiate.

QUALCHE PROBLEMA DI TROPPO

Honda dopo una rincorsa durata diverso tempo è riuscita in questo momento della stagione. Sia con Ken Roczen nel National che nella MXGP, A superare tecnicamente la SX-F 450. Rispetto alla moto austriaca, la CRF450RW (qui trovate le info su questa moto) è più equilibrata, soprattutto su terreni sconnessi. E il motore ha guadagnato quei cavalli che stanno facendo la differenza. KTM “saltella” parecchio, mettendo in crisi la ciclistica della moto che spesso non permette ai piloti di essere efficaci al massimo. Il motore che fino a qualche tempo fa aveva un gap, anche importante, rispetto a tutti i rivali ha visto il suo vantaggio praticamente svanito almeno sulla Honda. Ora in Austria, con la nuova gamma 2020 presentata qualche mese fa dovranno continuare a lavorare e sviluppare qualcosa per permettere, soprattutto ad Antonio Cairoli di lottare contro la Honda e Tim Gajser.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP, Jeremy Van Horebeek

MXGP: la piccola evoluzione della Honda di Van Horebeek

Johann Zarco

MotoGP: Johann Zarco via dalla KTM, lo sostituisce Mika Kallio

Glen Coldenhoff

MXGP 2019: la rivincita degli “altri”