Tim Gajser, MXGP

MXGP Garda Trentino: Tim Gajser un altro trionfo, Tony Cairoli fuori pista

Tim Gajser chiude il mondiale con un altro trionfo, in 5° in stagione. Tony Cairoli spinto fuori alla prima curva si ritira: terzo posto in campionato

8 novembre 2020 - 15:44

Tim Gajser, il mattatore: il pupillo Honda HRC ha battezzato il Mondiale conquistato mercoledi scorso aggiudicandosi anche l’ultimo atto del campionato, disputato sullo stesso tracciato di Pietramurata. Tim Gajser ha sbaragliato gara 2, firmando il quinto successo in stagione. Nella prima sfida era finito secondo, dietro al francese Romain Febvre (Kawasaki) che ha concluso il GP nella piazza d’onore.   Con il terzo posto nel GP lo svizzero Jeremy Seewer (Yamaha) ha strappato il secondo posto finale in campionato al nostro Tony Cairoli. E’ stato un finale  in ombra per il nostro campione, afflitto da parecchi problemi fisici nella fase decisiva di questo campionato.

Tony Cairoli disastro in partenza

La scomoda posizione al cancello (solo 18° in qualifica) è costata carissimo a Tony Cairoli. Il siciliano si è staccato bene, ma in ingresso alla prima curva si è trovato molto esterno, ed è stato “accompagnato” fuori pista da Arnaud Tonus. Entrambi sono finiti oltre il limite del tracciato, rientrando in coda al gruppo. Dopo un paio di passaggi, Tony Cairoli ha alzato bandiera bianca tornando al box KTM De Carli. Dopo un campionato di vertice, impreziosito da tre GP vinti, il nove campione del mondo meritava un finale più fortunato.

Il motocross più forte di tutto

Si è conclusa una stagione assai complicata causa pandemia, ma arrivata comunque in fondo dopo ben diciotto tappe. Bisogna dare atto al promoter Infront di aver fatto un lavoro straordinario: dopo l’avvio a marzo fra Gran Bretagna e Olanda, la MXGP si era dovuta fermare per il diffondersi del virus. In estate però il calendario è stato completamente rivisto, con la disputa di tre gare consecutive su un ristretto numero  tracciati europei, per limitare al massimo spostamenti e rischi. Il piano ha funzionato alla grande. Arrivederci al 2021, sperando che il peggio sia passato.

2 commenti

Max75BA
16:21, 8 novembre 2020

…l’aggancio a Stefan Everts è rimandato al prossimo anno, il nostro Cairoli solo in 3 annate non ha concluso nei primi 3 posti, un dato del genere può lenire un secondo posto sfuggito!Grandissimo Tony

    fzanellat_12215005
    17:15, 8 novembre 2020

    Tutti sanno che Tony è un pilota molto costante nei risultati.Le tre occasioni in cui non si è classificato
    nella top 3 era per infortunio( 2008-2015 e 2019).
    Non ha veramente più nulla da dimostrare e Gasjer,
    Herlings e Prado sono di una generazione diversa.
    Desalle e Paulin hanno lasciato a 30 anni,senza
    aver più motivazioni per andare avanti.
    Tony ne ha 35 e ha una voglia da ragazzino che vuole
    ancora mettersi in gioco.Campione vero.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP, Tony Cairoli

Motocross, Tony Cairoli: “Agli avversari invidio le ginocchia sane”

Sebastian Fortini

Tragedia nel motocross: muore una giovane promessa di 17 anni

MXGP, Tony Cairoli

Tony Cairoli operato al ginocchio: “Adesso è tempo di recuperare”