MXGP Belgio Gara 1 Nagl vince ancora, Cairoli occasione mancata: sesto

Il tedesco della Husqvarna domina la manche iniziale del GP del Belgio. Il cannibale Tim Gajser affonda ma Antonio Cairoli non ne approfitta

31 luglio 2016 - 13:05

Il Cannibale Tim Gajser affonda nella sabbia di Lommel (15° posto) ma Antonio Cairoli non ne approfitta concludendo al sesto posto la prima manche del GP del Belgio cominciata con ben altre aspettative.

Dell’errore del leader della classifica, scivolato a metà gara, ha approfittato il tedesco Maximilian Nagl al terzo successo di fila con la Husqvarna. Cairoli è partito discretamente, era quarto nelle prime fasi della corsa, ma poi ha perso ritmo parcheggiandosi ai margini delle posizioni nobili.

Con la stessa KTM invece è andato forte il britannico Shaun Simpson, secondo dall’inizio alla fine. Cairoli aveva il terzo posto a portata di mano ma nella spettacolare volata finale non è riuscito ad attaccare Kevin Strijbos, Clement Desalle e il campione in carica Roman Febvre, calato nei due giri finali.

La seconda manche alle 17:10

Arrivo prima manche: 1. Nagl (Husqvarna) in 34’19”464; 2. Simpson (KMT a 8”152; 3. Strijbos (Suzuki) a 13”700; 4. Desalle (Kawasaki) a 16”852; 5. Febvre (Yamaha) a 18”247; 6. Cairoli (KTM) a 18”848; 7. Van Horebeek (Yamaha) a 38”021; 8. Coldenhoff (KTM) a 40”088; 9. Leok (KTM) 43”058; 10. Bobryshev (Honda) a 55”033.

La sintesi TV della qualifica

Cronaca e classifica della qualifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

12 Ore del Golfo: Valentino Rossi 7° in griglia, Capirex 15°

Valentino Rossi alla 12 Ore del Golfo

Valentino Rossi: “Il mio futuro è nell’Endurance con le auto”

MXGP, Jorge Prado

MXGP, Jorge Prado cade a Malagrotta: operato alla gamba sinistra