MXGP Belgio Antonio Cairoli si sveglia (6°) ma Tim Gajser chi lo ferma?

Nella qualifica di Lommel, sulla sabbia belga, il fuoriclasse italiano rialza la testa. Ma Gajser è un rullo compressore: 8° volta in pole in 14 GP!

30 luglio 2016 - 15:58

Sulla sabbia belga di Lommel era lecito attendersi uno scatto d’orgoglio di Antonio Cairoli, reduce da una brutta prestazione settimana scorsa a Loket (Repubblica Ceca). Il sesto posto in rimonta nella qualifica è un segnale incoraggiante anche se il Cannibale Tim Gajser non vacilla. Il dominatore della MXGP ha centrato l’ottavo successo in qualifica in 14 GP ed è ormai ad un passo dalla conquista del titolo, a soli 19 anni e al primo anno in top class. Fantastico.  (qui sintesi TV della qualifica)

Sarà quasi la gara di casa di Cairoli, che durante la stagione Mondiale vive in Belgio e si allena costantemente su terreni simili a quello di Lommel. Per la seconda volta in sella alla KTM 350, preferita alla 450 con cui ha disputato 12 GP, Cairoli è partito male ma si è prodotto in una veemente rimonta che lo ha riportato a soli 21 secondi dal mattatore. Gajser ha messo in riga l’olandese Van Horebeek, che era stato il più veloce nelle prove cronometrate, e il belga figlio d’arte Kevin Strijbos. Davanti a Cairoli sono arrivati anche Clement Desalle e il tedesco Maximilian Nagl, vincitore a sorpresa domenica scorsa.

Qui la sintesi TV della qualifica

Le due gare di Lommel partiranno alle 14:10 e 17:10.  Diretta (a pagamento) su Mediaset Premium e www.mxgp-tv.com  Sintesi TV per tutti su corsedimoto a partire dalle ore 22.

Qualifica, arrivo: 1. Gajser (Honda) in 25’28″215 2. Van Horebeek (Yamaha) a 5″417; 3. Strijbos (Suzuki) a 10″291; 4. Desalle (Kawasaki) a 19″063; 5. Nagl (Husqvarna) a 19″689; 6. Cairoli (KTM) a 21″256; 7. Simpson (KTM) a 23″132; 8. Jaisionis (Suzuki) a 28″968; 9. Searle (Kawasaki) a 32″312; 10. Coldenhoff (KTM) a 32″590.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

british talent cup

British Talent Cup: Il titolo 2019 si decide a Silverstone

Tim Gajser Imola

MXGP Imola Tim Gajser: the day after

All Japan Superbike

All Japan Superbike Motegi: Nakasuga torna alla vittoria