jago geerts mx2

MX2 Oss: Jago Geerts in trionfo, Guadagnini perde la tabella rossa

Jago Geerts inarrestabile a Oss, doppio trionfo e primo successo stagionale. In classifica iridata, Renaux strappa la leadership a Guadagnini.

18 luglio 2021 - 15:57

Il primo evento MX2 sulla pista di Oss premia Jago Geerts. Il pilota belga di casa Yamaha è scatenato sulla sabbia dei Paesi Bassi: netto trionfo in Gara 1, bis (con holeshot) anche in Gara 2 e successo quindi in questo quarto evento stagionale. Sul podio del GP con lui ci sono un solido Jed Beaton più l’alfiere di casa e poleman Kay de Wolf. Mattia Guadagnini perde la leadership iridata appena conquistata a Maggiora: decimo posto finale a conclusione di questo evento, che consegna la tabella rossa a Maxime Renaux, ora capoclassifica per 5 punti sull’italiano. Ecco come sono andate le due corse.

Gara 1: primo trionfo Geerts

L’holeshot lo vince Laegenfelder, 11° in qualifica ed il migliore al via di questa prima gara ad Oss, con Geerts poco più dietro ed in agguato sull’alfiere GasGas. Finiscono ai margini della top ten il poleman de Wolf ed il connazionale, non proprio benissimo neanche Guadagnini, imbottigliato nel traffico e scivolato poco dopo, precipitando in breve oltre in 27^ posizione. Chi spicca presto però è proprio Jago Geerts, che si libera presto del leader della corsa (in seguito una scivolata a referto per lui) ed inizia ad accumulare sempre più secondi, diventando presto imprendibile. Arriva così il primo trionfo stagionale per il pilota belga, un netto successo (oltre 6 secondi) sulla sabbia di Oss.

Dietro invece le posizioni sono ben meno definite, tra piloti in rimonta, battaglie e qualche incidente. Risale fino alla zona podio Van De Moosdijk, stesso discorso per Beaton, che sul finale di gara si porta a ridosso del pilota Kawasaki e riesce così ad avere la meglio. Secondo gradino del podio per l’australiano davanti all’alfiere di casa. Degli altri, “la sabbia non perdona” neanche Fernandez, che perde svariati secondi, ma segnaliamo pure un incidente congiunto tra de Wolf e Benistant (doppio per quest’ultimo, pochi giri dopo è scivolato da solo). Chiude 14° Mattia Guadagnini, che perde provvisoriamente la leadership iridata a vantaggio di Maxime Renaux, a +3 dopo questa prima corsa.

Gara 2: Geerts cala il bis, Guadagnini 5° 

Stavolta lo scatto migliore lo mette a referto il fresco vincitore di Gara 1 Jago Geerts, tallonato dal poleman de Wolf e da Beaton. Decisamente un’altra partenza per Guadagnini, che è subito dietro al terzetto appena citato, determinato a rifarsi di una prima corsa complicata. Ma certo deve resistere all’assalto dei battaglieri Fernandez e Renaux. Poco tempo ed il pubblico di casa esulta: de Wolf riesce a piazzare la zampata vincente su Geerts ed inizia ad accumulare sempre più decimi. Ma ecco che il pilota di casa commette un errore e scivola, l’alfiere Yamaha torna davanti con svariati secondi di vantaggio! Non è fortunato poi Van De Moosdijk, che dopo il podio di Gara 1 finisce KO per problemi meccanici…

In testa la corsa però è tutt’altro che finita: dopo il pasticcio, de Wolf è scatenato e si lancia all’inseguimento di Geerts. Gli arriva così molto vicino, ma non abbastanza per tentare il sorpasso, visto che l’alfiere belga riesce a tenerlo costantemente a circa un secondo di distanza. Il poleman ricuce sensibilmente negli ultimi giri, spinto dal tifo di casa, ma non manca qualche pasticcio che complica l’assalto finale. È grande doppietta quindi per Jago Geerts sulla sabbia di Oss, Kay de Wolf deve ‘accontentarsi’ della seconda piazza finale. Altra gara solida per Jed Beaton, nuovamente sul podio (seppur più staccato). Quarto è Maxime Renaux, che strappa così la leadership a Guadagnini, 5° al traguardo in questa seconda corsa.

La classifica del GP

Il vincitore chiaramente è solo uno: Jago Geerts mette a referto il miglior fine settimana della stagione. Doppio successo e trionfo nell’evento dei Paesi Bassi, il primo stagionale per l’alfiere Yamaha. Jed Beaton infine sale sul secondo gradino, con il pubblico di casa che vede comunque un suo beniamino sul podio, Kay de Wolf 3°. La classifica completa.

La classifica iridata 

Foto: Yamaha Racing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Orari TV, Tony Cairoli

MXoN Mantova, Tony Cairoli capitano d’Italia: gli orari TV del “Nazioni”

tony cairoli mxgp motocross

MXGP: Tony Cairoli, il suo mitico 222 verrà ritirato a fine 2021

tony cairoli motocross nazioni

Motocross Nazioni: Italia terza nel sabato a Mantova, vola l’Olanda