Tim Gajser CRF

Honda CRF450RW, il missile di Gajser e Roczen

Due regolamenti diversi ma la stessa filosofia, Honda CRF450RW è la moto del momento ed è l'arma in più per Tim Gajser e Ken Roczen

1 giugno 2019 - 6:54

Tim Gajser e Ken Roczen dopo un periodo di difficoltà dovuto soprattutto a diversi infortuni sono ritornati al top nel mondiale della MXGP e nel National USA. Oltre al loro immenso talento, che ovviamente è tornato ad essere predominante come qualche stagione fa, un grosso aiuto è arrivato da Honda e dalla CRF450RW.

MOTO PERFETTA

La moto utilizzata da Gajser e Roczen nonostante sia sostanzialmente differente nelle regolazioni (più prototipo e “libera” nella MXGP, vicina a quella standard negli USA) sta dimostrando di essere quella più competitiva e completa. Il telaio in questi anni ha subito dei miglioramenti utili alla stabilità, soprattutto in pista con canali profondi e irregolari. Le sospensioni Showa, seguite meticolosamente da diversi tecnici ogni gara, agiscono in modo corretto e congeniale garantendo il massimo feeling al pilota

MOTORE POTENTE

Il punto di forza di questa moto, attualmente è il motore. Come sottolineato anche da Giacomo Gariboldi, TP di HRC in questa intervista i tecnici giapponesi hanno lavorato tanto in questi anni per realizzare un propulsore potente e nello stesso tempo maneggevole. Sia nel successo di Ken Roczen a Hangtown, che in quello di Tim Gajser in Francia, gli oltre 50cv del propulsore giapponese hanno fatto la differenza. In attesa della nuova moto che dovrebbe debuttare nel mondiale nel 2020, la CRF450RW è sicuramente un gioiellino molto pregiato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Glenn Coldenhoff, China MXGP

MXGP Cina, gara 1: Glenn Coldenhoff resiste a Jeffrey Herlings

Glen Coldenhoff

MXGP Cina: Coldenhoff beffa tutti Gajser ancora a terra

MXGP Cina

MXGP Cina: l’incognita della prima volta in assoluto