Giuseppe Tropepe

Motocross Giuseppe Tropepe: “darò tutto in questa stagione”

Giuseppe Tropepe promessa del motocross italiano e pilota Yamaha del team Ghidinelli Racing è pronto a riscattare un 2018 difficile sia in Italia che in Europa

30 aprile 2019 - 20:53

Giuseppe Tropepe è uno dei nostri azzurri più promettenti dell’intero panorama del motocross italiano. 21 enne calabrese, dopo un 2018 complicato a causa di due infortuni che ne hanno compromesso la stagione, il pilota del team Ghidinelli ha deciso di ripartire per riprendersi quello che ha perso lo scorso anno sia in Italia che in Europa, dopo una lungo percorso di recupero.

STEP BY STEP

Giuseppe, raccontaci brevemente di te e come è nata la passione per il Motocross.

“La mia passione per il motocross è nata all’età di 4 anni. Tutto è nato quando mio padre ha organizzato nel nostro terreno di casa una gara di motocross per bambini, da li mi ha subito colpito questo sport ed ho iniziato a praticarlo”.

Come sta andando la tua stagione sia a livello italiano che europeo?

“La mia stagione non è iniziata proprio al top, alla prima dell’ Europeo in Inghilterra la prima manche sono caduto e ho preso zero punti mentre alla seconda ho fatto un sesto posto. Nella seconda tappa ad Arco ho fatto due belle manche e ho raccolto un terzo posto di giornata e quindi il mio primo podio di quest’anno. Purtroppo invece all’italiano non sta andando come vorrei, la prima a Cingoli ho fatto due bruttissime partenze e sono stato costretto sempre alla rimonta non ottenendo il risultato che avremmo voluto(10), mentre a Montevarchi un dolore al ginocchio mi ha impedito di correre le due manche”.

Che feeling hai con la tua Yamaha?

“Con la Yamaha di Ghidinelli ormai sono due anni che ci corro e devo dire che mi trovo davvero molto bene, abbiamo lavorato bene con il team sia a livello sospensioni sia a livello motoristico e abbiamo ottenuto un buon risultato, sono molto soddisfatto”.

Punti a fare qualche gara del mondiale in questa stagione?

“Il mio obiettivo è di correre qualche gara di mondiale perciò con il team decideremo passo per passo a quale tappe partecipare anche in base alla mia condizione fisica”.

Che obiettivi ti sei dato per questa stagione?

“Diciamo che non sono un tipo che si da obiettivi precisi, darò tutto quello che posso ogni gara cercando di divertirmi e di fare il possibile e alla fine si vedrà quello che ne esce fuori”.

Segui il Supercross americano?

Sono un grande fan del Supercross Americano infatti seguo spesso le gare in streaming”.

 

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Motocross 2020: Ecco le entry list MXGP, MX2 e WMX

romain febvre mxgp kawasaki 2020

MXGP: Romain Febvre, la sfida 2020 con cambi di team e numero

Kiara Fontanesi, WMX

WMX: Mamma Kiara Fontanesi è pronta per il rientro Mondiale