Yamaha R3 bLU cRU European Cup

Yamaha R3 bLU cRU European Cup, aperte le registrazioni per il 2021

Cancellata la stagione 2020 per coronavirus, si lavora al 2021. Aperte le registrazioni per la Yamaha R3 bLU cRU European Cup, scadenza a metà dicembre.

8 ottobre 2020 - 16:33

Dopo la cancellazione della stagione inaugurale della Yamaha R3 bLU cRU European Cup per coronavirus, ci si prepara per il 2021. Per questo campionato, collaterale al Mondiale Superbike, sono già partite le registrazioni, che continueranno fino al 15 dicembre. I giovani piloti che puntano a muovere i primi passi nella cosiddetta ‘Road to WorldSBK’ avranno l’anno prossimo la loro occasione. Programmati sei round da due gare ciascuno, un bel palcoscenico per mettere in mostra le proprie capacità. Qui il modulo per l’iscrizione.

Prenderà finalmente piede quindi il progetto nato dalla collaborazione tra Yamaha Motor Europe, FIM Europe e Dorna WSBK Organization (DWO), supportato da JiR (Japan Italy Racing). Permessi un massimo di 36 piloti tra i 12 ed i 20 anni, con due wild card ad ogni evento, e tutti avranno a disposizione le Yamaha YZF-R3 già utilizzate con successo in Supersport 300. Oltre a ciò, ogni pilota avrà un pacchetto compreso di gomme Pirelli, benzina, assistenza professionale e tecnica, per un costo totale di 27.900 euro a stagione. Previsto anche un test prima della stagione, che si svolgerà al Misano World Circuit a marzo.

Tutti i ragazzi riceveranno il loro kit da gara, con casco, tuta, guanti, stivali prima di iniziare a familiarizzare con le rispettive moto. Previsti premi per i primi classificati: il campione (età minima 15 anni) si guadagna un posto nel Mondiale Supersport 300 con il team bLU cRU WorldSSP300. Il secondo disputerà una wild card nello stesso campionato, oltre ad avere il 50% di sconto sulla registrazione per la stagione 2022 in Yamaha R3 bLU cRU European Cup. La top 3 vince anche la partecipazione all’evento bLU cRU Masterclass di Yamaha Motor Europe.

“Dopo una stagione difficile, il campionato scatterà nel 2021” ha dichiarato Gregorio Lavilla, Sporting Director del Mondiale Superbike. “Daremo il benvenuto a molti giovani, che avranno la possibilità di essere parte di questo progetto. Il livello sarà molto alto, ma sarà una bella sfida per questi ragazzi.” Si allinea Alberto Barozzi, Racing Manager di Yamaha Motor Europe bLU cRU: “Siamo stati sopraffatti dall’interesse per questo campionato, anche da Asia e Sudamerica. Siamo stati costretti a cancellarlo, ma ci aspettiamo la stessa risposta per l’anno prossimo. Il nostro obiettivo rimane un campionato accessibile a tutti e direi che ci stiamo già riuscendo. Siamo contenti di essere un primo passo per una nuova generazione di piloti.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista esagerato “La Honda era impossibile da guidare”

Ducati, Panigale V2

Ducati, prove di futuro con Panigale V2 955 e Randy Krummenacher

Superbike, Jonas Folger

Superbike, BMW raddoppia con Jonas Folger e il team MGM?