Superbike

Toprak o Jonathan Rea? Ma intanto la Superbike è già nel 2022

Domenica 21 novembre la Superbike assegna il Mondiale: Toprak o Jonathan Rea? Ma il 2022 è alle porte: il 15-17 dicembre tutti in pista a Jerez

14 novembre 2021 - 19:30

La Superbike sta volando in Indonesia per il gran finale ospitato sul nuovissimo tracciato di Mandalika, sull’isola di Lombok. Toprak Razgatlioglu, pupillo Yamaha, affronta l’ultimo esame partendo da +30 punti di vantaggio, su 62 da assegnare. Significa che gli basterà controllare Jonathan Rea per conquistare il primo titolo iridato, che la Yamaha aspetta dal lontano 2009, l’annata magica di Ben Spies. Per effetto del fuso orario, le due sfide sulla lunga distanza scatteranno alle 08 del mattino in Italia, sabato e domenica. La Superpole Race partirà domenica quando da noi saranno le 04:00.

Il precedente del Messico 1993

Sarà uno dei finali più intriganti che la storia Superbike ricordi. A livello punteggio la situazione è simile al 1993, quando Scott Russell, statunitense della Kawasaki, si presentò a Città del Messico con un consistente vantaggio sul ducatista Carl Fogarty. Dopo prove condizionate da varie problemetiche (ecco cosa accadde…) la  finale venne annullata per le falle dell’organizzazione locale. Russell festeggiò il suo unico titolo Mondiale in albergo. Quella volta gli organizzatori si erano premuniti facendo disputare una gara internazionale ad invito, l’anno prima, durante la quale era più o meno filato tutto liscio. Stavolta invece la Superbike approderà su un circuito appena ultimato, che piloti e squadre hanno potuto simulare solo al computer. L’impianto, a prima vista, sembra bellissimo ma l’Asia Talent Cup che doveva essere prova generale non si è potuta correre. Dita incrociate.

La Superbike è già nel 2022

Mentre Yamaha e Kawasaki affilano le armi, per le altre squadre Mandalika sarà pura passerella e il pensiero è già rivolto ai test invernali 2022. Alvaro Bautista tornerà sulla Ducati a Jerez, tre giorni dopo aver salutato la Honda HRC in Indonesia. Utilizzerà la Panigale V4R del test team. Le altre squadre dovranno aspettare il 15-17 dicembre, sempre in Andalusia: in quella occasione ci saranno tutti e sarà il primo assaggio di un Mondiale 2022 che si annuncia assai intrigante.  Qui sotto lo schieramento, che conta quindici team permanenti in rappresentanza di cinque Costruttori. Al momento gli iscritti confermati sono 23.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Ecco squadre e piloti Superbike

Yamaha WorldSBK: Toprak Razgatlioglu (Tur), Andrea Locatelli (Ita)
GRT Yamaha: Garrett Gerloff (Usa), Kohta Nozane (Gia)
Gil Motorsport Yamaha: Christophe Ponsson (Fra)
BMW Motorrad: Scott Redding (GB), Michael van der Mark (Ola)
BMW Bonovo: Loris Baz (Fra), Eugene Laverty (Irl)

Kawasaki Racing Team: Jonathan Rea (GB), Alex Lowes (GB)
Puccetti Kawasaki: Lucas Mahias (Fra)
Orelac Kawasaki: Isaac Vinales (Spa)
Pedercini Kawasaki: Loris Cresson (Bel), ?

Honda HRC: Iker Lecuona (Spa), Xavi Vierge (Spa)
Mie Honda: Tati Mercado (Arg), Hafizh Syahrin (Mal)

Aruba.it  Ducati: Michael Rinaldi (Ita), Alvaro Bautista (Spa)
Barni Ducati: Luca Bernardi (Ita)
Motocorsa Ducati: Axel Bassani (Ita)
Go Eleven Ducati: Phillip Oettl (Ger)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2 Supersport

Moto2, Baldassarri pronto a lasciare e approdare in Supersport con MV?

Superbike, Alvaro Bautista con la Ducati V4R

Superbike, Serafino Foti: “Vogliamo vedere Alvaro Bautista felice”

Superbike, Alex Lowes

Superbike, Kawasaki in ansia: Alex Lowes è ancora out