Tommy Bridewell

Tommy Bridewell voleva partire: “Sul bagnato puntavo al podio”

Il leader del British Superbike è convinto che sul bagnato a Imola sarebbe finito molto avanti. "E' stato un peccato, ma esperienza comunque meravigliosa"

13 maggio 2019 - 11:25

Tommy Bridewell non vedeva l’ora di correre  gara 2 sul bagnato a Imola. E lo ha detto apertamente. Il leader del British Superbike è una storia bellissima. E’ stato chiamato  venerdi pomeriggio dal team Go Eleven per sostituire Eugene Laverty infortunato. Ha preso il primo aereo per Venezia, atterrando alle 21:15.

TOUR DE FORCE

Da lì è piombato a Imola, dove sabato ha preso parte a gara 1 avendo provato la Ducati V4R per appena venti minuti in FP3 (con un dritto alla Villeneuve) e venticinque minuti nella Superpole. E’ arrivato dodicesimo. Dopo altri quindici minuti di apprendistato warm up (sull’umido) è stato capace di chiudere undicesimo la gara sprint. Da notare che la Ducati Moto Rapido che guida nel BSB è assai diversa dalla Go Eleven: nel British c’è la centralina unica Mo-Tec, senza alcun controllo elettronico. Senza parlare di sospensioni, assetto e altri dettagli. (Qui il ritratto di Tommy Bridewell scritto da Alessio Piana)

“ASPETTAVO IL BAGNATO”

E’ un peccato che abbiano cancellato gara 2, perché il mio obiettivo era lottare per un podio” ha commentato Tommy Bridewell. “Mi resta la soddisfazione di aver disputato una bella Superpole Race. La moto era cambiata molto dalla corsa di sabato ma credo che possiamo andare molto più forte. Con più tempo a disposizione credo che potrei avvicinarmi ai migliori. Peccato la cancellazione, sarebbe stata un’occasione. Ma tutto sommato è stata un’esperienza fantastica, mi piace molto lavorare con Go Eleven e spero di poter fare altre gare insieme.”

LAVERTY DUE MESI FUORI

Eugene Laverty è già stato operato dal Dottor Mir a Barcellona, ma siccome i polsi fratturati sono due, subirà un altro intervento nella giornata di martedi 14 maggio. Per il recupero si parla di circa due mesi, per cui il pilota irlandese potrebbe essere fuori anche per i due round di giugno, cioè Jerez (8-9) e Misano (22-23). Tommy Bridewell in queste due date sarebbe libero. Steve Moore, titolare del team Ducati Moto Rapido, sarà d’accordo?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak

Superbike: Yamaha 2020 solo per Toprak e van der Mark

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”

Raffaele De Rosa

Supersport: Super team MV Agusta, resta Raffaele De Rosa