Andrea Locatelli

Supersport Catalunya, Gara 1 Andrea Locatelli quarto nel caos Vince Andy Verdoia

Andrea Locatelli stava dominando, poi è cominciato a piovere ed è stato caos: gara fermata al giro 11, Andy Verdoia vincitore a sorpresa

19 settembre 2020 - 16:01

Nel caos di gara 1 Andrea Locatelli stavolta non vince, ma vede il Mondiale sempre più vicino. Scattato dalla pole, il pilota bergamasco al Montmelò aveva preso le redini della corsa, dopo la solita (breve) schermaglia iniziale. Ben prima di metà distanza è cominciata la solita passerella trionfale e il decimo trionfo su dieci sembrava in cassaforte. Poi è cominciato a piovere, sempre più forte. Locatelli ha rallentato, finendo per essere superato da Lucas Mahias e Kyle Smith. Per due giri ha cominciato a piovere fortissimo, tanti sono rientrati ai box per il cambio gomme, ultimi i leader. A quel punto, con la pista diventata impraticabile, la direzione gara ha dato bandiera rossa.

Chi ha vinto?

Erano stati completati undici giri su diciassette, quindi oltre i due terzi. Per cui i giudici hanno ritenuta la corsa completata, considerando valide le posizioni al giro undici. In quel momento davanti c’era Andy Verdoia, 17enne di Nizza prodotto del vivaio Yamaha, uno dei pochissimi a non essere rientrato ai box. E’ rimasto dentro con le slick, sulla pista diventata ormai un lago, restando incredulo quando gli è stato comunicato che aveva vinto lui. Verdoia è al debutto nel Mondiale, e ha firmato il primo successo dopo dieci tentativi. Questo è stato fortunoso, ma magari gli porterà bene. Ad accompagnarlo sul podio Lucas Mahias e Kyle Smith, britannico che in Yamaha GMT94 sostituisce l’infortunato Jules Cluzel.

Andrea Locatelli deluso ma quasi iridato

Non c’è rimasto bene Andrea Locatelli, che dopo nove trionfi finisce addirittura fuori dal podio: quarto posto. Ma domani può laurearsi campione del Mondo se riuscirà a stare davanti a Lucas Mahias, a prescindere dalla posizione. Andrea sarà il primo pilota italiano a laurearsi in Supersport, che ha validità iridata dal 1999. In precedenza Paolo Casoli e Fabrizio Pirovano si erano imposti nella categoria, ma quando era World Cup.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ana carrasco supersport 300

UFFICIALE Ana Carrasco-Provec Kawasaki, rinnovo con vista al titolo 2021

barnabo ducati barni superbike

Superbike, Barni Racing: “Essenziale trovare il budget per l’intera stagione”

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista esagerato “La Honda era impossibile da guidare”