Superbike, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes fuori anche in Argentina: “Ho tante cose da dire”

Tom Sykes ancora fuori gioco per il penultimo appuntamento Superbike. Il recupero dall'infortunio procede bene, ma non è ancora ora di tornare

13 ottobre 2021 - 10:55

Finale di stagione Superbike complicatissimo per Tom Sykes. Ancora alla ricerca di una sella per il 2022, il britannico dovrà saltare anche il penultimo appuntamento dell’anno prima di dire addio a BMW. L’infortunio patito in Gara 2 a Barcellona si fa sentire e Tom non è ancora pronto per scendere nuovamente in pista e salutare la casa tedesca in pista.

Eugene Laverty di nuovo in azione

A portare in pista la M1000RR sarà allora ancora una volta Eugene Laverty, già presente con il team ufficiale nei round di Jerez e Portimao. Lo farà chiaramente al fianco di Michael Van Der Mark, fresco della vittoria in Superpole Race a Portimao che ha regalato a BMW la prima vittoria del nuovo corso. Per Sykes rimane a questo punto il round di novembre a Mandalika per salutare BMW (e la Superbike?).

“Ho saltato più gare ora che in 21 anni”

“Non potrò correre questo weekend, mi dispiace tantissimo”, sottolinea. “Accettarlo è difficile, ho saltato più gare in questo finale di stagione che in 21 anni! Sono sorpreso dal recupero, ma viste le tempistiche legate agli spostamenti in Argentina ho deciso con la squadra che forse è meglio rinunciare”. Non manca una parola sul futuro: “Ho tante cose da dire e presto lo farò, ringrazio chi è al mio fianco”.

Eugene Laverty, un altro big a piedi

Quindi, a meno di sorprese, per Eugene Laverty sarà l’ultima gara 2021 e con la BMW. Il pilota irlandese quest’anno aveva il contratto ufficiale direttamente con la casa madre, ma ha fatto i conti coi problemi economici del team satellite RC. Dopo aver disputato le prime quattro tappe del campionato, la struttura italiana non si è più vista, lascando a piedi Laverty. Non ci sarà posto per Eugene nello squadrone BMW 2022 con Redding-Van der Mark ufficiali oltre a Baz e (forse) Folger nel team satellite Bonovo. L’unica, esilissima, speranza, è prendere il posto di Folger, reduce da un 2021 deludente. Ma pare difficile che BMW, e soprattutto il team, rinuncino al pilota connazionale.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

motogp 2021

MotoGP/SBK: cambia il limite d’età per Mondiali e campionati minori

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022