Superbike, Toprak

Superbike Test Portimao, ore 14:30: Toprak guida l’assalto Yamaha

A metà della seconda e ultima giornata il talento turco sta facendo la differenza. Risale la BMW, invece la Honda sembra ancora in difficoltà

27 gennaio 2020 - 14:23

A metà dell’ultima giornata di test Superbike in Europa, Toprak Razgatlioglu spinge la Yamaha R1 2020 nell’iperspazio. Con gomma da gara (soffice SC0) il talento turco ha segnato 1’41″339, avvicinando il riferimento di Scott Redding che con la Ducati, ieri pomeriggio, aveva fatto 1’41″179, ma con gomma da qualifica. Considerando che fra le due soluzioni ci sono 7-8 decimi di differenza, chissà dove potrà spingersi Toprak quando la Yamaha monterà la gomma da giro tutto-o-niente. Ricordiamo che i primati della pista sono 1’41″272 (gara) e  1’40″372 (qualifica) sono entrambi di Jonathan Rea qui assente e impegnato a Barcellona con Alex Lowes.

YAMAHA ALL’ASSALTO

Alle 14:30 italiane, cioè a 3 ore e mezzo dalla fine, erano addirittura tre le Yamaha R1 in vetta alla classifica. Dietro Toprak c’è il compagno di squadra Michael van der Mark, incalzato da Loris Baz, in gran forma sulla R1 (versione 2019) di Ten Kate. Al momento Scott Redding è quarto, 1’42″042, in una classifica comunque destinata a registrare parecchi scossoni da qui alla fine.

BMW SALE, HONDA NO

Si scuote Tom Sykes, autore di un ottimo 1’42″255 con la migliore BMW. Invece non decolla la Honda HRC: Leon Haslam per adesso è fermo a 1’42″616, comunque meglio di un Alvaro Bautista ancora in cerca del bandolo della matassa: 1’43″559. Vedremo se da qui a sera la situazione evolverà.

I tempi alle 14:30 (conclusione alle 18)

1.Razgatlioglu (Yamaha) 1’41″339; 2. van der Mark (Yamaha) 1’41″832; 3. Baz (Yamaha) 1’41″892; 4. Redding (Ducati) 1’42″082; 5. Sykes (BMW) 1’42″255; 6. Haslam (Honda) 1’42″616; 7. Davies (Ducati) 1’42″974; 8. Laverty (BMW) 1’43″053; 9. Fores (Kawasaki) 1’43″108; 10. Gerloff (Yamaha) 1’43″120; 11. Caricasulo (Yamaha) 1’43″263; 12. Mercado (Ducati) 1’43″412; 13. Bautista (Honda) 1’43″558; 14. Barrier (Ducati) 1’43″798; 15. Cortese (Ducati) 1’43″804; 16. Rinaldi (Ducati)  1’43″906; 17. Ponsson (Aprilia) 1’44″880.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Scott Redding: “Ecco perchè ho rifiutato l’offerta BMW”

Superbike, Jonathan Rea: “Quando ricominceremo, sarò pronto”

Alvaro Bautista, Superbike

Superbike: Il dubbio di Alvaro Bautista, la Honda ha troppa potenza?