Superbike, Kawasaki

Superbike, Test Jerez: ecco la nuova arma Kawasaki

La Kawasaki toglie i veli alla nuova ZX-10RR con cui Jonathan Rea punterà al settimo Mondiale di fila. Oggi a Jerez vedremo subito come va

18 novembre 2020 - 10:30

La Kawasaki è pronta a difendere il dominio in Superbike. A Jerez la marca di Akashi ha scoperto, per la prima volta, l’arma 2021, cioè la versione rinnovata della Ninja che domina ininterrottamente la scena con Jonathan Rea dal 2015. Il fuoriclasse nordirlandese è già entrato in pista con la nuova versione, percorrendo i primi giri dell’assolato tracciato andaluso. Il giorno precedente (qui i tempi) sia Jonathan Rea che Alex Lowes avevano impiegato la ZX-10RR versione 2020, però già equipaggiata con parecchi aggiornamenti della nuova.

Nel segno della continuità 

C0m’era ampiamente annunciato, la Kawasaki non ha rivoluzionato il progetto Ninja, tanto che la Superbike 2021 mantiene perfino al sigla, cioè ZX-10RR. A livello estetico, la modifica più vistosa riguarda il cupolino, che presenta due ampie feritoie ai lati, per esigenze aerodinamiche. Si tratta di un profilo studiato per aumentare la stabilità del veicolo. Cioè vere e proprie ali, seppure integrate sul frontale e non posizionate sulla carenatura come Honda e Ducati. La vera novità Kawasaki è il motore, che girerà 5-600 giri più in alto del precedente. Che i tecnici di Akashi abbiano lavorato a fondo sul quattro cilindri si desume anche dalla presa d’aria frontale, decisamente più grande rispetto al precedente modello.

Mantenere i punti di forza

Potendo contare sul potenziale di un fuoriclasse come Jonathan Rea, la Kawasaki non aveva nessuna esigenza di rivoluzioni. Il progetto è ispirato alla continuità. Ad Akashi hanno cercato di mantenere inalterati i punti di forza, cioè maneggevolezza e soprattutto ideale gestione della gomma, aumentando la cavalleria quanto basta per non farsi staccare gli adesivi in rettilineo da Ducati e Honda. La Kawasaki resta quindi una “torque bike”, come amano definirla gli ingegneri del reparto corse. Cioè una moto che punta sulla coppia, quindi sulla facilità della gestione dell’aderenza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Chaz Davies può vincere anche con Go Eleven? (VIDEO)

Superbike: Ecco la bozza di calendario 2021, sarà un Mondiale tutto europeo?

Superbike, Chaz Davies

Superbike, UFFICIALE Chaz Davies resta in Ducati con Go Eleven