Superbike, Eugene Laverty

Superbike, test Aragon: Eugene Laverty-BMW ricomincia l’avventura

Eugene Laverty ha finalmente preso contatto con la BMW del team italiano RC: la struttura è di primissimo livello e l'appoggio della marca bavarese non manca

4 maggio 2021 - 9:24

La Superbike si gusta i primi giri di Eugene Laverty in sella alla BMW che verrà schierata nel Mondiale 2021 dal team italiano RC, dalle iniziali del titolare Roberto Colombo. Il debutto sarebbe dovuto avvenire più di un mese fa al Montmelò, ma in quella occasione la squadra non si era presentata. Laverty era regolarmente presente in circuito, per cui si erano diffuse le voci non tranquillizzanti sulla tenuta dell’operazione. Invece si trattava unicamente del ritardo di alcuni componenti, differenti da quelli utilizzati da BMW Motorrad. Al Motorland Aragon il team RC, come annunciato, è regolarmente presente. Eugene Laverty, che ha lasciato il team BMW ufficiale ma continua ad essere sotto contratto diretto con la marca bavarese, ha così potuto compiere i primi giri d’assaggio (nel video qui sopra).

Ottimo livello

Il team RC avrebbe potuto anticipare i tempi, ma è stata la stessa BMW Motorrad a consigliare di cominciare il lavoro di sviluppo della M1000RR al Motorland, approfittando della contemporanea presenza del team interno impegnato con Tom Sykes e Michael van der Mark. Eugene Laverty comincerà il Mondiale con meno chilometri sulle spalle rispetto agli avversari, che stanno lavorando da novembre scorso, ma il potenziale di moto e team sembra ottimo. La M1000RR di Laverty sarà pressochè identica alle ufficiali di Sykes e van der Mark. RC ha affidato la direzione tecnica a Paolo Piazza, mentre Ayrton Badovini sarà a fianco di Eugene Laverty come consigliere e special coach.

I tempi del lunedi 

Il primo giorno di test sono scese in pista solo le BMW e la Ducati Go Eleven di Chaz Davies, il più veloce ma unico ad aver  utilizzanto la gomma supersoffice da qualifica. In casa BMW Sykes e van der Mark hanno girato solo mezza giornata, per cui i riscontri al momento sono poco indicativi. Oggi scendono in pista anche Kawasaki (Rea e Lowes) e Yamaha al gran completo. 1. Chaz Davies (Ducati Go Eleven) 1’49″913; 2. Sykes (BMW) 1’51″007; 3. Folger (BMW) 1’51″071; 4. Laverty 1’51″092: 5. van der Mark (BMW) 1’51″339

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Michael Rinaldi, Ducati

Superbike Montmelò Gara 2: Rinaldi trionfo Ducati, Toprak torna leader

Supersport Catalunya

Supersport, Gara 2 Catalunya: capolavoro di Manuel Gonzalez

Jonathan Rea, Superbike

Superbike Montmelò: Jonathan Rea è uno sprint furibondo, Toprak cede