Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: “So chi devo affrontare, sono qui per vincere”

Scott Redding ha rinunciato al primo test Superbike a Jerez, ma mentalmente si dice pronto per dare l'assalto al Mondiale 2021.

28 gennaio 2021 - 12:27

Scott Redding ha dovuto rimandare il primo approccio stagionale con la Ducati Panigale V4R. La pioggia ha rovinato il primo test Superbike a Jerez e dovrà quindi attendere per conoscere gli sviluppi della sua Rossa con cui darà l’assalto al titolo mondiale. Non solo novità tecniche per il vicecampione, ma deve fare i conti anche con il “nemico interno”. Quest’anno Borgo Panigale gli affiancherà Michael Rinaldi, Tito Rabat e Chaz Davies nella squadra satellite. Una sfida che si preannuncia non facile, senza dimenticare che il grande favorito resta Jonathan Rea con la sua Kawasaki.

Mentalmente Scott Redding si dice già pronto. “Mi sento più rilassato perché ho un anno di esperienza” , ha raccontato a WorldSBK.com. “Conosco la situazione e so cosa può succedere. So chi devo affrontare e cosa posso fare. So cosa ho sbagliato l’anno scorso. Conosco le mie debolezze. Ho fatto i compiti per essere più forte nel 2021. So che la Ducati ha migliorato la moto per me. È ottimo. Devo vincere il titolo”. Nella sua seconda stagione nel Mondiale Superbike l’obiettivo è ben definito: riportare in Italia lo scettro iridato che manca dal 2011.

Primo test SBK annullato

La pioggia in Andalusia ha costretto a rinviare la prima uscita stagionale, dato che sono consentiti solo dieci giorni di test nel 2021. “Mi sarebbe piaciuto guidare sotto la pioggia, ma ci rimangono solo dieci giorni per i test. C’è questo limite. Quindi dobbiamo gestire le giornate con saggezza. Non c’è motivo di sfruttare la prima giornata di test per il 2021 quando piove“, ha aggiunto Redding. “Nel complesso sono sempre pronto a provare in tutte le condizioni“. Stavolta ha dovuto sfruttare il tempo di attesa diversamente. “Quando è caduta la pioggia per colazione, mi sono rilassato e sono andato in sala pesi. Questo è tutto. Ho usato la giornata per rilassarmi. Sono arrivato dalla California il giorno prima e stavo lottando con la differenza di fuso orario“.

Scott ha trascorso le ultime settimane negli States con la fidanzata, per sfruttare le temperature miti e allenarsi in bicicletta. “Abbiamo alcune cose da provare per prepararci per la stagione. Mi piacerebbe correre su una pista asciutta e avere una dura giornata di lavoro“. Su cosa hanno lavorato gli ingegneri Ducati? “Non posso svelare tutti i segreti perché siamo qui per vincere“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Michael Rinaldi a Misano

Superbike, Rinaldi superstar: “Criticato come Rossi e Marquez”

Superbike, Jonathan Rea a Misano

Superbike, Jonathan Rea: “Sono stato fortunato, ringrazio Dio”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding sconfortato: “Giriamo intorno ai problemi”