Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding sfida Jonathan Rea: “Non ho più nulla da imparare”

Scott Redding rilancia la sfida a Jonathan Rea per il titolo mondiale Superbike. E rimprovera al regolamento la mancanza di un limite di peso.

3 marzo 2021 - 17:55

Scott Redding, nel suo primo anno in Superbike, ha rappresentato una spina nel fianco di Jonathan Rea per tutta la stagione 2020. Non è stato protagonoista di una prima parte di Mondiale in stile Alvaro Bautista, eppure il britannico con la sua Ducati ha impensierito il campione della Kawasaki. Nel 2021 il vicecampione riproverà a dare l’assalto al suo primo titolo nel WorldSBK con la Panigale V4R, forte di un anno di esperienza, sia con alcuni tracciati che con il suo team e la moto. “Non conoscevo alcune piste, non ho mai gareggiato nel Campionato del Mondo Superbike e la nostra moto era ancora nuovissima. Nel 2021 dovremmo essere molto più forti“.

La sfida al campione continua

Basterà un anno di esperienza per impensierire il sei volte iridato Jonathan Rea? “Adesso abbiamo il materiale e la conoscenza delle piste. Non devo più imparare niente” ha aggiunto Scott ReddingE non devo più scoprire come funzionano le tre gare. Sono fiducioso di poter lottare per vincere“. Ma l’asso nella manica non sarà certo l’esperienza. “Arriviamo su un circuito e poi ci sono Kawasaki e Jonathan Rea, che da anni gareggiano lì con lo stesso pacchetto. Tanti anni con lo stesso pacchetto, gli stessi circuiti e sempre con lo stesso pilota che ottiene anche lui sempre lo stesso risultato. Per loro è una routine“.

Prossima fermata Misano 

Il team Aruba.it Ducati riprenderà la preparazione il 15-16 marzo a Misano. Sarà, in pratica, la prima uscita 2021 considerando che a Jerez per la pioggia Scott Redding e Michael Rinaldi sono rimasti chiusi nel box. All’attivo dei due piloti ufficiali, al momento, c’è un’unica giornata di collaudo svolto a Misano un mese fa, anche in quella circostanza in condizioni meteo lontane dall’ideale. Successivamente la Ducati si unirà a tutti gli altri team factory nella due giorni (31 marzo e 1 aprile) organizzata da Dorna sul tracciato di Catalunya. Il tempo per prepararsi alla sfida 2021 non manca, perchè difficilmente il campionato potrà iniziare prima del 29-30 maggio al Motorland Aragon. A breve il promoter pubblicherà una terza bozza di calendario che prevede, almeno stando alle voci, lo spostamento (o la cancellazione?) del round che sarebbe previsto all’Estoril il 8-9 maggio. Il caos calendario continua.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Instagram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Razgatlioglu

Superbike, calvario senza fine per Razgatlioglu: salta i test ad Aragón

Superbike Honda

Superbike retrospective: Honda CBR 1000 RR Fireblade, quarta parte La riscossa della HRC

Superbike, Carl Fogarty

Carl Fogarty: “La MotoGP è stata il chiodo nella bara per la Superbike”