Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding esagerato “Bautista con la Ducati andava a 5000 km/h”

Non è stato un venerdi facilissimo per Scott Redding, solo quinto in classifica. Il britannico rivela: "I dati 2019 di Alvaro Bautista non mi aiutano"

8 agosto 2020 - 9:30

Scott Redding è l’unico pilota ad aver scalato il podio Superbike in tutte le sei gare disputate. E’ la consistenza di risultato, aldilà delle due vittorie,  il fattore che gli ha permesso di guadagnare il comando del Mondiale e un cospicuo vantaggio, 24 punti, su Jonathan Rea. La strategia del britannico è completamente diversa da quella usata da Alvaro Bautista nel 2019. Allo spagnolo non bastava vincere, voleva distruggere l’avversario. “Vincere una gara con dieci secondi oppure con un solo decimo di vantaggio non cambia niente, sono sempre cinque punti in più” filosofeggia Redding. Che ha svelato anche di servirsi poco dei riferimenti di Bautista vincitore di 16 gare con la Ducati Panigale V4R.

“In rettilineo andava a 5000 km/h”

“Conosco i suoi dati ma non mi aiutano” ha detto il campione BSB a Speedweek. “Aveva un vantaggio in rettilineo imbarazzante, così piccolo e leggero andava a 5000 km/h. Siamo ripartiti dalle indicazioni che qui a Portimao avevamo tratto nei test di gennaio. Non era andata male, è una buona base.” In quella circostanza Scott Redding aveva chiuso il lavoro con il secondo tempo, 1’41″179, dietro Toprak Razgatlioglu autore del miglior giro in 1’40″804, con gomma soffice. Adesso, con temperature diverse, i tempi sono decisamente più alti.

Ducati, non è stato un venerdi facilissimo

Scott Redding ha chiuso il venerdi in quinta posizione, in ritardo rispetto a Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu e alle spalle anche del privato Ducati Michael Rinaldi. Qui i tempi.Abbiamo fatto un po’ di fatica nelle FP1 in cui non sono riuscito a trovare il migliore ritmo. Ero un po’ preoccupato per il gap al termine delle prove del mattino ma nel pomeriggio con la gomma nuova le cose sono andate molto meglio. Abbiamo ancora un po’ di lavoro da fare in vista della Gara-1 di domani ma siamo estremamente fiduciosi”.

Foto: Diego De Col

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

andrea locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli Campione, una sfida rivelatasi vincente

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea lo stratega: in Francia può chiudere i giochi

Superbike, Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies una vittoria a tempo scaduto