Tom Sykes

Superbike Portimao: Tom Sykes un’altra caduta, BMW perde l’occasione

La S1000RR conquista il secondo posto in griglia ma una scivolata del britannico fa sfumare tutto. Sulla corta distanza però Sykes-BMW saranno insidiosi

7 settembre 2019 - 18:29

Tom Sykes aveva agguantato il secondo posto sullo schieramento, facendo sognare un altro podio alla BMW. Ma alla fine dei giochi ai tedeschi non è rimasto niente in mano, o quasi (qui cronaca e classifica di gara 1). Il britannico è incappato in un’altra scivolata, la quarta qui a Portimao fra test di due settimane fa (due volte) e la terza nelle prove libere. E’ riuscito a tornare in pista, per concludere in tredicesima posizione, dietro anche all’altra S1000RR affidata al giubilato Markus Reiterberger. Solita storia: la quattro cilindri tedesca è veloce sul giro secco, ma in gara spesso sorgono problemi di tenuta gomma. Tom Sykes aveva le stesse difficoltà anche con Kawasaki, per cui viene il sospetto che a cuocere prima del tempo le gomme sia il pilota, più che la moto. L’arrivo di Eugene Laverty, a partire dai test di metà novembre, da questo di vista sarà provvidenziale.

“CHE PECCATO!”

Durante le prove eravamo stati abbastanza costanti e anche molto veloci, specie nella Superspole” spiega Tom Sykes. “In gara speravo di poter puntare al podio, ma dopo qualche giro in seconda posizione sono stato raggiunto da altri piloti e ho capito che quando sono in gruppo devo adattare il mio stile di guida. Esco più piano dalle curve, per cui sul rettilineo perdiamo spunto. Sono caduto perchè dovevo guidare come non sono abituato. Abbiamo capito la lezione. Torneremo all’attacco nelle due gare di domenica”.  

BMW SI GIOCA IL JOLLY NELLA  SUPERPOLE RACE

Tom Sykes si giocherà il jolly nella gara corta, domenica alle 12 (italiane). Su dieci giri, con l’asfalto fresco e partendo dalla seconda posizione, il britannico e la BMW potrebbero davvero aspirare a qualcosa di grosso. Battere Jonathan Rea sembra utopia, ma il quarto podio potrebbe essere alla portata.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Lucas Mahias

Lucas Mahias, il debutto in MotoE gli costa un dito mignolo

Superbike

Superbike: Scott Redding vola, ma Jonathan Rea non ha paura

Leon Camier

Superbike Test Aragon, giorno 2: Scott Redding a tutta forza