Superbike, Toprak

Superbike: Pazzesco Toprak “E’ rimasto senza benzina”

Yamaha rivela: 23enne turco è rimasto senza benzina a due giri e mezzo dalla fine di gara 2. "Errore umano". Leadership Mondiale in fumo

1 marzo 2020 - 7:20

“Toprak si è ritirato perchè ha finito la benzina”. E’ stato Andrea Dosoli, responsabile racing di Yamaha Europa, a spiegare il motivo del ritiro del pilota turco in gara 2 a Phillip Island. Razgatlioglu era partito dal leader  del Mondiale, grazie ai 39 punti accumulati con trionfo di sabato e il secondo posto nella gara sprint del mattino. Nella sfida finale era nel pacchetto di testa, pronto a giocarsi le carte nel concitato finale che ha premiato Alex Lowes, scudiero Kawasaki.

MANCAVANO ANCORA DUE GIRI E MEZZO

Toprak ha perso potenza nel corso del 19° giro, in prossimità della curva 3, la più veloce del circuito. Il problema poteva costare caro: è stato costretto a rialzare la moto, allargando la traiettoria, e portando fuori linea Loris Baz (satellite Yamaha) finito nell’erba e poi nella via di fuga in sabbia a gran velocità. Il francese è riuscito a non cadere (miracolo…) rientrando in pista nel tornante successivo, quando il pacchetto di testa era sfilato. Alla fine si è classificato ottavo, dopo essere stato anche al comando della corsa. In quel momento restavano ancora due giri e mezzo da percorrere, cioè circa 12 chilometri.

“E’ STATO UN ERRORE NOSTRO”

I responsabili Yamaha, con grande onestà, hanno fornito anche ulteriori dettagli. “Non c’è stata alcuna anomalia tecnica, è stato un errore umano” ha spiegato Dosoli.  Per altro la gara è stata lentissima, il tempo sulla distanza è stato di 16 secondi più alto rispetto a gara 1, che Toprak Razgtlioglu aveva vinto. Cioè il consumo sarebbe  stato ancora più basso del normale.

 

1 commento

cassio112_13062478
16:44, 1 marzo 2020

Ricordo questo stesso errore con Ben Spies a Monza , lui doveva vincere fu un gran peccato

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea

Superbike: “Kawasaki vuole tenersi Jonathan Rea, lui vuole restare”

Superbike

Superbike: “Correre il Mondiale a porte chiuse per noi è insostenibile”

Superbike Compleanno, Lucchinelli

Buon 32° compleanno Mondiale Superbike: che tempi, quei tempi!