2 Aprile 2024

Superbike, Paul Denning: “Avremo una Yamaha R1 evoluta nel 2025”

Denning ha dato rassicurazioni sul futuro della Yamaha nel WorldSBK: ci saranno degli sviluppi per il prossimo anno.

Superbike Paul Denning Yamaha

Non si può dire che la Yamaha viva una fase di crisi nel Mondiale Superbike. Toprak Razgatlioglu nel 2021 ha riportato il titolo a Iwata, arrivando poi secondo nei due anni successivi. Il suo compagno di squadra Andrea Locatelli ha chiuso il campionato due volte quarto e una quinta. Ora al posto del turco c’è Jonathan Rea, che ha iniziato molto male ma che troverà sicuramente la strada per essere veloce con la R1. Invece, Loka è stato competitivo nei primi round e avrebbe potuto essere più avanti in classifica senza i passi falsi delle Gare 2 di Phillip Island (caduta all’ultimo giro, era terzo) e Barcellona (fuoripista iniziale dopo il contatto Rinaldi-Bassani, tredicesimo al traguardo).

Superbike, Denning e il futuro della R1

Anche se da anni non mette in pista una moto nuova, la Yamaha è comunque convinta di poter estrarre altro potenziale dalla R1 attuale. L’ingaggio di un campione esperto come Rea serve anche per trovare nuove idee per lo sviluppo, vedremo se la sua presenza aiuterà davvero. Il team Pata Prometeon deve lavorare con ciò che ha e massimizzare il pacchetto a disposizione. Non c’è altra strada, non è previsto che la casa di Iwata produca una nuova supersportiva.

Tuttavia, Paul Denning a Motorsport-Total.com ha confermato che qualche cambiamento per l’anno prossimo è possibile: “Ci sarà un’evoluzione con nuove parti per il 2025, ma non sarà un modello completamente nuovo”. Meglio che niente.

Yamaha sarà vincente?

A febbraio la casa di Iwata ha annunciato che dal 2025 in Europa offrirà la R1 solo in versione da pista, non ci sarà un modello omologato per la strada: la stessa scelta fatta con la R6 nel 2020. È stato deciso di non adattare la moto alla normativa Euro 5+ sulle emissioni, evitando così di sostenere un costo che evidentemente non viene ritenuto strategico.

Qualcuno ha temuto che Yamaha potesse rivedere il proprio impegno nel Mondiale Superbike, però Denning non è preoccupato e ha garantito che ci saranno degli sviluppi per la prossima stagione. Vedremo se saranno sufficienti per essere competitivi. Intanto bisogna pensare al 2024. Il campionato ha raggiunto un livello alto e ci sono diversi piloti veloci. Locatelli e Rea sperano di giocarsi qualcosa di importante.

Foto: Crescent Yamaha

Lascia un commento