Superbike Navarra

Superbike: Navarra ha tanto potenziale, ma si ripropone il tema sicurezza

Alla scoperta della seconda novità Superbike: dopo Most le derivate di serie sbarcano a Navarra. Una pista dall'enorme potenziale, a cui però manca qualcosa

19 agosto 2021 - 19:08

Il mondiale Superbike sbarca a Navarra, seconda new entry insieme a Most. Le derivate di serie si preparano così ad affrontare due novità di seguito in un 2021 fino a ora da ricordare per un mondiale che vive continui colpi di scena. La Repubblica Ceca ha sparigliato e cambiato completamente le carte riportando Razgatlioglu a ridosso di Rea: Navarra cambierà ulteriormente i valori in tavola?

Navarra come Most sulla sicurezza?

A tenere banco sul tracciato spagnolo però non ci sono solo le questioni legate alla classifica, ma anche quelle della sicurezza. In quel di Most non sono state risparmiate critiche e noi stessi non abbiamo nascosto di trovarci di fronte a una pista “particolare”, vecchio stampo. Il circuito di Navarra è decisamente più moderno, ma non è improbabile che possa riproporsi il tema della sicurezza come accaduto in Repubblica Ceca.

La prima volta in un mondiale motociclistico

L’impianto di Navarra è stato costruito di recente e ospiterà per la prima volta una competizione internazionale di motociclismo. Sulla pista spagnola però ci hanno corso già campionati illustri come quello spagnolo senza particolari problemi. Per strutture (al netto di un media centre piccolo ma assolutamente attrezzato) e contorno, Navarra non ha niente da invidiare a realtà già consolidate nel mondiale da tempo.

Un layout che promette spettacolo

La conformazione (layout) del circuito stessa è ampiamente godibile (si potrebbero vedere tanti sorpassi) e nella prima parte ricorda un’altra presenza fissa del mondiale, ovvero Portimao. Fanno storcere un po’ il naso, invece, i tanti muri vicini all’asfalto in diversi punti del tracciato. Una situazione che ricorda un po’ quella di Most, anche se a differenza del tracciato ceco non mancano le service road per recuperare i piloti caduti.

Un potenziale enorme: verrà sfruttato

In attesa dunque di scoprire come andrà il weekend, si può certo che dire a Navarra non manchi il potenziale per ambire a rimanere presenza fissa nel mondiale, calcando magari anche i palcoscenici più importanti. Manca tuttavia ancora qualcosa da sistemare al netto di una pista che da domani inizierà a mostrare il suo volto all’intero pubblico. Se son rose, fioriranno.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike